global.uvp.bar.1

Qualità e confort

Circa il 50% di materie prime più sostenibili

Ampia selezione

Moda per tutta la famiglia

Esperti nella moda

Look per tutte le occasioni

Arti marziali per bambini – Primo piano di un allenamento nello sport di autodifesa per bambini

Sport di difesa personale per bambini

Le arti marziali come il judo, il kung fu e il karate stanno diventando un hobby sempre più popolare fra i bambini. Il fine ultimo degli sport di autodifesa non è quello di coinvolgere i più piccoli in veri e propri combattimenti, quanto quello di accrescere la loro fiducia in sé stessi e la loro autostima.

Nel nostro articolo ti indichiamo i vantaggi che la pratica delle arti marziali ha sui bambini e, approfondendo il judo e il kung fu, ti diamo un’idea di come si svolgono gli allenamenti di queste discipline e cosa deve aspettarsi il tuo bambino. La nostra checklist con l’occorrente per praticare le arti marziali ti aiuterà a preparare il borsone da allenamento del tuo bambino in modo facile e veloce.

Difesa personale bambini – Vantaggi

Judo per bambini – Due judoka giovani si inchinano uno di fronte all’altro

Naturalmente senza oltrepassare i limiti della zuffa, misurare la propria forza in modo giocoso è un comportamento del tutto normale fra i bambini. Molti genitori temono che la pratica delle arti marziali possa involontariamente sviluppare, già in tenera età, tendenze aggressive. In realtà, è vero proprio il contrario: le arti marziali e la disciplina della difesa personale insegnano ai bambini a controllare e canalizzare la loro forza e di conseguenza a evitare, per quanto possibile, i conflitti. Padroneggiare un'arte marziale richiede molta autodisciplina, concentrazione e resistenza, e anche il rispetto reciproco è una componente essenziale di questi sport. Se hai dubbi a riguardo, puoi quindi tranquillizzarti ed essere certo che la pratica di una di queste discipline non trasformerà tuo figlio in un piccolo combattente! L’autodifesa per bambini è fonte di numerosi vantaggi per il benessere fisico e lo sviluppo del carattere:

  • Miglioramento delle capacità motorie: agilità e coordinazione
  • Miglioramento delle abilità cognitive: attenzione e concentrazione
  • Sviluppo della personalità: fiducia in sé stessi, autocontrollo, autodisciplina

Gli esercizi di autodifesa per bambini prevedono in modo specifico il miglioramento della forza muscolare, rinforzando tra l'altro i muscoli di tenuta e di sostegno. I bambini imparano così a controllare meglio il proprio corpo. Poiché la tensione corporea è essenziale per la corretta pratica delle arti marziali, la postura e la mobilità del tuo bambino miglioreranno con la pratica. A ciò si aggiunge lo sviluppo delle capacità di coordinamento e del senso dell'equilibrio.[1]

Curiosità

Durante una lotta di judo, lo scopo è sbilanciare e far cadere l’avversario al suolo, senza infliggergli ferite. Il principio su cui si basa il judo è la „vittoria cedendo[2]”.

Un allenamento serio di arti marziali dedica molto spazio a un rigoroso codice di condotta: i maestri insegnano ai bambini l'importanza del rispetto, della modestia, della gentilezza e della disciplina. L'insegnamento dell'autodifesa può aiutare i bambini a reagire in modo più sicuro e prudente nelle situazioni di incertezza, e contribuisce ad aumentare la fiducia in sé stessi e l’autostima soprattutto dei bambini più insicuri e timidi. I bambini acquisiscono maggiore sicurezza nelle proprie capacità e imparano anche a difendersi in modo non violento contro le ingiustizie. L’allenamento delle arti marziali insegna ai più piccoli che la violenza ha sempre delle conseguenze. Pertanto, l'autodifesa appresa in tenera età dà un prezioso contributo allo sviluppo delle competenze morali e sociali.

Judo per bambini

Il judo è conosciuto fra le arti marziali come la "via gentile". L'obiettivo di questa disciplina è quello di battere l'avversario senza fargli del male. Colpi e calci non sono elementi costitutivi dell'allenamento di judo. Perciò, il judo per bambini non prevede lotte violente tra gli avversari. I bambini muovono i primi passi in questo sport con la pratica di esercizi propedeutici, mirati al sano sviluppo dell’organismo, così come dei valori propri del judo[3] .

  • Età d’inizio: da 5-7 anni
  • Durata: 1-2 volte a settimana (45-60 minuti)
  • Attività proposte durante gli allentamenti di judo[4]: consapevolezza corporea, esercizi di spostamento, padronanza del corpo, giochi di contrasto, tattica, difesa
  • Costi: quota mensile, in media 25-45 euro
  • Costi dell’attrezzatura: abbigliamento da judo (ca. 20-50 euro)
  • Diffusione: in Italia ci sono circa 2.600 società di arti marziali. Circa 120.000 atleti sono tesserati e oltre 550.000 praticano queste discipline.

Un leale contatto reciproco è alla base di quest'arte marziale. I corsi di judo per bambini insegnano ai più piccoli il senso di responsabilità e il rispetto verso l’allenatore e verso l’avversario. Durante l’allenamento è importante che i bambini si capiscano e si aiutino a vicenda. Onestà, serietà, autocontrollo e coraggio sono le qualità centrali che il judoka deve coltivare con la pratica del judo. Piuttosto che i sentimenti di competizione e rivalità, ai bambini viene insegnato il valore dell'amicizia. I più piccoli sono incoraggiati a riflettere sul proprio comportamento e a reagire in modo ponderato nelle situazioni di conflitto.

Judo per bambini – Un bambino all‘allenamento di judo

Naturalmente il judo ha anche un'influenza positiva sullo sviluppo fisico del tuo bambino. Nel judo per bambini vengono addestrate forza, destrezza e agilità. Anche per i bambini più piccoli, gli esercizi corretti di caduta e rotolamento migliorano la coordinazione e il senso dell'equilibrio. Nell'allenamento di judo viene allenata la consapevolezza corporea del tuo bambino. Inoltre, questa forma di autodifesa affina la concentrazione e le sue abilità.

Check

L’insegnamento delle arti marziali deve essere impostato a misura di bambino. Inizialmente, l’approccio ludico permette ai bambini di migliorare la loro consapevolezza corporea. La tecnica è importante, ma arriva in un secondo momento.

Kung fu per bambini

La parola kung fu è usata come termine generico per indicare le arti marziali cinesi. Il tipo di kung fu inteso come puro sistema di autodifesa prende il nome di Wing Chun. Lo scopo dei corsi per bambini è quello di allenare i più piccoli affinché imparino a svincolarsi quando si trovano nel possibile ruolo di vittima della lotta. Gli allenamenti per bambini sono concepiti e modificati tenendo conto della loro età e delle loro esigenze. I bambini acquisiscono maggiore sicurezza in sé stessi, imparano a riconoscere i pericoli tempestivamente e a porsi dei limiti dettati dallo sport. La gestione dei conflitti e la prevenzione contro la violenza sono lezioni fondamentali degli sport di autodifesa. La formazione vera e propria di kung fu inizia, come anche per molte altre arti marziali, dai sei/otto anni di età. Prima di allora, nei bambini piccoli vengono allenate le abilità motorie di base.

  • Età d‘inizio: da 5-7 anni
  • Durata: 1-2 volte alla settimana (45-60 minuti)
  • Attività proposte durante gli allenamenti di kung-fu[5] : tecniche di base, tecniche di controllo, allenamento della coordinazione e della capacità di reazione, esercizi di resistenza, esercizi di respirazione e tecniche di rilassamento
  • Costi: quota mensile, in media 25-50 euro
  • Costi per l‘attrezzatura: abbigliamento da kung fu (ca. 20-50 euro)

Il kung fu è tecnicamente impegnativo, motivo per cui l’allenamento di base per i bambini ha successo solo se adeguato all’età del gruppo di allievi. Durante le lezioni, i bambini allenano i movimenti fluidi, la velocità di reazione e migliorano la motricità (fine) - anche la percezione del proprio corpo e le capacità cognitive del tuo bambino ne trarranno beneficio. Allenare regolarmente la sequenza dei movimenti, così come la forza, contribuisce a migliorare la tensione corporea e la postura dei piccoli atleti. La disciplina del kung fu per bambini impartisce anche determinate regole di comportamento. Fra le altre, i bambini impareranno i valori della giustizia, della lealtà e della considerazione reciproca.

Kung fu per bambini – Bambini in un allenamento di arti marziali
Suggerimento

Le arti marziali rendono i bambini più sicuri nel gestire le situazioni di conflitto. Tuttavia, i bambini possono difendersi efficacemente contro gli adulti solo a partire dalla tarda adolescenza.

Conclusioni

Nonostante le arti marziali stiano diventando un hobby sempre più popolare fra i bambini, molti genitori sono titubanti nell’iscrivere i loro figli ad un corso di difesa personale. In realtà, le arti marziali non sono più pericolose di altri sport e, al contrario, sono l’ideale per incanalare l’aggressività. Grazie ad una formazione tecnica adeguata, i bambini apprendono le conoscenze necessarie per praticare in tutta sicurezza la disciplina che hanno scelto. Un giusto approccio a questi sport, che tiene conto dell'età dei piccoli atleti, mantiene basso anche il rischio di lesioni. Nel judo o nel kung fu, i bambini allenano forza, destrezza e resistenza. Questi sport aumentano la loro fiducia in sé stessi e l'autostima, e i più piccoli imparano ad agire in modo sicuro e cauto in situazioni di conflitto. L'autodifesa per i bambini è un hobby straordinario che non solo manterrà il tuo bambino sano e in forma, ma darà anche un prezioso contributo allo sviluppo del suo carattere.

[1] http://www.corriere.it/salute/cards/quali-sono-benefici-arti-marziali/benefici-fisici.shtml

[2] http://www.michelemarolla.com/dati/12-judonews/110-cosa-dice-il-prof-kano

[3] http://www.infojudo.com/bimbi-e-budo/

[4] https://www.judocodogno.it/njc/Moduli_pdf/2013.Biomeccanica_del_Judo_per_Bambini_e_Metodologia_Allenamento_Tecnico.pdf

[5] https://www.fijlkam.it