global.uvp.bar.1

Qualità e confort

Circa il 50% di materie prime più sostenibili

Ampia selezione

Moda per tutta la famiglia

Esperti nella moda

Look per tutte le occasioni

Strumenti musicali per bambini - Genitori e figli suonano insieme al piano

Hobby per bambini: la musica

Musica, danza e canto – tutte le attività che hanno a che fare con la musica sono sempre molto apprezzate dai bambini. Anche se divertirsi è importante, soprattutto a questa età, è ugualmente importante capire che per imparare a suonare uno strumento ci vogliono disciplina ed esercizio. Molte scuole di musica offrono lezioni di prova per accendere l'interesse dei più piccoli verso questo tipo di corsi. Durante le giornate a porte aperte, i bambini hanno la possibilità di provare diversi strumenti, capendo in prima persona quale preferiscono o trovano più interessante. Mettersi alla prova e toccare con mano uno strumento musicale è il modo migliore per capire se si è tagliati per questo mondo.

Il nostro articolo ti mostra i tanti benefici che l'apprendimento di uno strumento musicale ha sulla formazione e la crescita dei bambini. Trovi anche una serie di informazioni dettagliate su tre strumenti - la chitarra, il piano e la batteria.

Perché il mio bambino dovrebbe imparare a suonare uno strumento?

Non tutti i bambini mostrano interesse per la musica o si divertono a suonare e cantare. Alcuni preferiscono fare attività sportive e si dedicano anima e corpo agli sport con la palla. Accanto alle attività sportive, la musica rimane comunque una delle prime scelte per il tempo libero dei bambini.

Strumenti musicali per bambini - una lezione di gruppo di chitarra

Se si tratta di un impegno costante e quotidiano, con svariati effetti positivi sulla loro crescita:

  • Sviluppa le capacità di ascolto e la motricità fine
  • Accresce l'autodisciplina e la capacità di concentrazione
  • Migliora le competenze sociali
  • Influisce positivamente su autodisciplina e responsabilità

Una volta superate le fasi iniziali e raggiunto un livello minimo di tecnica, suonare uno strumento musicale permette ai più piccoli di dare libero sfogo alla propria creatività. Scegliendo i pezzi da suonare e assecondando il proprio stile, il bambino capisce l'importanza di essere indipendente e rafforza la sicurezza in sé stesso. L’apprendimento di uno strumento richiede costanza ed esercizi quotidiani, aspetti che a loro volta influiscono positivamente sull'autodisciplina. La musica stimola la capacità di concentrazione e la memoria, e ha così anche molti effetti positivi sull'andamento scolastico. Lo studio di uno strumento porta alla formazione di nuovi neuroni, aumenta le sinapsi, cioè le connessioni chimiche tra i neuroni, e incrementa memoria e apprendimento.[1]

Curiosità

I bambini hanno l'opportunità di mettere in pratica nozioni apprese a scuola. La lettura delle note e una serie di conoscenze base imparate in orario scolastico vengono così percepite come utili e significative.

Un corso di musica per bambini ha di solito luogo in una scuola specializzata in attività di formazione per i più piccoli. I musicisti alle prime armi iniziano questo percorso formativo in compagnia dei loro coetanei, imparano a lavorare con gli altri e sviluppano maggiori competenze sociali e comunicative. La musica è in fin dei conti un linguaggio, un meraviglioso strumento per liberare la propria creatività e comunicare. Si tratta quindi di un ottimo antidoto contro frustrazione e aggressività.

A quale età iniziare lo studio di uno strumento?

La formazione musicale inizia, di solito, già in tenera età. Gli insegnanti consigliano comunque di cominciare lo studio vero e proprio di uno strumento a partire dai sei o sette anni. Il bambino dovrebbe avere un grado di maturità sufficiente per esprimere da solo la volontà di iniziare questo percorso, senza essere influenzato o condizionato dagli adulti. In generale, perché un bambino sia in grado di dedicarsi seriamente allo studio di uno strumento, occorrono:

  • pazienza, perseveranza e attenzione
  • un'accentuata capacità di comprensione
  • concentrazione
  • sufficienti abilità motorie

Se il tuo bambino soddisfa tutti questi requisiti, puoi serenamente pensare di iscriverlo ad un corso di musica. Ricorda sempre che non tutti i bambini diventeranno dei grandi musicisti o dei compositori di fama internazionale. Non comunicare a tuo figlio eccessive aspettative e lascia che segua un suo percorso personale, con i suoi tempi e nel rispetto delle sue effettive capacità.

Soprattutto nella fase iniziale, l'insegnamento va affidato ad un professionista del settore, per evitare che il tuo bambino impari abitudini e movimenti scorretti, che saranno poi difficili da correggere. Raggiunto un buon livello, potrà anche proseguire con lo studio individuale, a casa, e raffinare da solo la sua tecnica. Il numero di lezioni necessarie per imparare a suonare uno strumento dipende da molti fattori, tra cui il senso del ritmo, le abilità motorie e la motivazione. Per alcuni bambini sono sufficienti lezioni di 45 minuti, una volta alla settimana, mentre per altri sono necessarie quattro lezioni a settimana, ognuna da 30 minuti, per raggiungere gli stessi risultati. Se stai pensando di iscrivere tuo figlio ad un corso di musica, ricorda che oltre alla disciplina e l'impegno, i bambini hanno bisogno di rilassarsi e divertirsi.

Check

Non è mai troppo presto per avvicinarsi alla musica, ma l’apprendimento vero e proprio di uno strumento dovrebbe iniziare verso i sei anni d’età.[2]

Per la maggior parte degli strumenti ci sono delle età minime consigliate, che dipendono da una serie di prerequisiti tecnici e che sono legate allo sviluppo corporeo dei singoli bambini. La tecnica di respirazione per suonare un oboe, ad esempio, è più complicata di quella richiesta per un flauto. Gli strumenti di grandi dimensioni, come il contrabbasso, sono troppo pesanti per i bambini. Alcuni strumenti, come le chitarre e i violini, vengono invece prodotti in diverse misure. Considerando che i bambini crescono molto velocemente, è consigliabile affittare questi strumenti piuttosto che comprarli. In alternativa, potresti acquistare un modello di seconda mano.

Strumenti musicali per bambini - La chitarra

La chitarra è attualmente lo strumento più suonato in Italia.[3] Si tratta di uno strumento molto versatile, che può limitarsi ad accompagnare un canto o essere suonato all'interno di una band. Anche gli accordi più facili producono dei suoni piacevoli e possono essere materia di studio anche per i più piccoli. Per gli adolescenti, la possibilità di passare poi alla versione elettrica rappresenta un incentivo e una fonte di motivazione in più.

  • Età minima: dai 6 agli 8 anni [4]
  • Costi per l'attrezzatura: tra i 50 e i 300 euro
  • Costi per le lezioni: 15-35 euro a lezione (30-60 minuti)
  • Occorrente: custodia per chitarra, plettri, accordatore, leggio e tracolla per la chitarra
  • Materia di studio: posizione, mano destra, mano sinistra, notazione, accordi di base

Per poter iniziare a suonare la chitarra, tuo figlio deve essere in grado di impugnarla in modo corretto e tenerla in mano senza difficoltà. I modelli più piccoli possono facilitare il suo avvicinamento allo strumento.

Chitarre giocattolo e modelli per bambini possono essere acquistati a partire da 50 euro. La qualità del suono e la tenuta dell'intonazione sono, di conseguenza, piuttosto basse. Per i principianti sono comunque da preferire i modelli più semplici ed economici, perché i bambini crescono rapidamente e hanno presto bisogno di una chitarra più grande. Se invece si tratta di uno strumento definitivo, che verrà usato per molti anni, conviene investire qualche soldo in più e puntare sulla qualità. Chitarre di buona qualità hanno un prezzo che oscilla tra i 150 e i 300 euro.

Strumenti musicali per bambini – Il piano

Il piano è da sempre uno degli strumenti più amati dai bambini, apprezzato anche per la sua versatilità. La produzione immediata del suono stimola e incoraggia i bambini, che si stupiscono di poter realizzare semplici suoni già dopo la prima lezione. Stili e ambiti di utilizzo sono talmente vari da permettere ad ogni piccolo musicista di trovare quello che risponde ai propri gusti. Per chi preferisce le attività di gruppo, c’è anche l’opportunità di far parte di un’orchestra di bambini.

  • Età minima: dai 4 anni [5]
  • Costi per l'attrezzatura: a partire da 40 euro al mese (prezzo dell'affitto)
  • Costi per le lezioni: tra 20-40 euro a lezione (30-60 minuti)
  • Occorrente: sgabello per il pianoforte, leggio
  • Materia di studio: tecniche per la produzione dei suoni, composizione, caduta ed esercizi per le dita, polifonia, arpeggi

Già durante gli anni dell'asilo, si possono proporre ai bambini attività per sviluppare la motricità delle dita ed esercizi propedeutici alla produzione dei suoni sul pianoforte. Per lezioni più serie, in cui iniziare ad apprendere la tecnica vera e propria, bisogna invece aspettare i sette anni. Nonostante abbia un approccio iniziale abbastanza facile, il piano è uno strumento molto impegnativo: sono richieste diverse abilità cognitive e una buona motricità fine.

Strumenti musicali per bambini - Un bambino al pianoforte

Non bisogna neanche dimenticare che il pianoforte è uno strumento abbastanza costoso. I modelli base o i piani usati costano circa 500 euro e le cifre lievitano velocemente se si vuole uno strumento di qualità. Un piano acustico parte dai 3.000 euro e per uno a coda bisogna mettere in conto una spesa di oltre 7.000 euro. I prezzi variano in modo significativo anche a seconda del modello. Se cerchi un'alternativa più economica, potresti limitarti ad affittarne uno. In questo caso si parte da un canone mensile di 40 euro. Se poi decidi di acquistare lo strumento, molti negozi specializzati scalano dal prezzo finale i soldi spesi per l'affitto.

Strumenti musicali per bambini - La batteria

Quando si parla di batteria, molti genitori pensano subito a rumore e caos. Ma anche in questo caso, è solo una questione di esercizio e studio. La batteria non è uno strumento diverso dagli altri e richiede solo un po' di pazienza iniziale. Ai piccoli musicisti viene inoltre richiesto maggior movimento, rispetto ad altri strumenti, permettendogli di unire all'apprendimento musicale anche l'attività fisica. Per bambini vivaci ed estroversi può essere la soluzione giusta per incanalare le energie in eccesso.

  • Età minima: a partire da 8/9 anni[6]
  • Costi per l'attrezzatura: dai 200 ai 400 euro
  • Costi per le lezioni: tra 15-40 euro a lezione (30-60 minuti)
  • Occorrente: bacchette (Stick, Beater, Mallet), isolamento acustico
  • Materiale di studio: montaggio della batteria, groove e fill, rullante, timing, improvvisazione
Suggerimento

La musica è per tutti, ma ogni bambino deve trovare lo strumento che fa per lui. Gli strumenti a corda richiedono maggiore sensibilità nelle dita, mentre la batteria necessita di forza e prestanza fisica.

Strumenti per bambini - una bambina suona la batteria

Per i bambini in tenera età è consigliabile iniziare con un semplice tamburo, mentre una vera e propria batteria è adatta ai bambini che già frequentano la scuola. Suonare questo strumento ha molti effetti positivi sulla loro percezione corporea e sulla coordinazione. Braccia e gambe sono perennemente in movimento durante gli esercizi e si tratta dello strumento che, più di tutti, incrementa il senso del ritmo.

Per i primi tentativi del tuo bambino, sono più che sufficienti i set di percussioni che si aggirano sui 50 euro. Si tratta di attrezzature basilari, ideali per i primi esercizi ritmici. Per una batteria da bambino, sui cui iniziare ad esercitarsi seriamente, bisogna invece calcolare circa 100-200 euro. Le batterie di qualità hanno invece un costo che oscilla tra i 200 e i 400 euro. I modelli elettronici, che possono essere suonati indossando delle cuffie e che quindi eliminano il problema del rumore, si aggirano sui 300-400 euro. Per una batteria da professionisti, si raggiungono invece i 2.000-3.000 euro. Questo tipo di attrezzature non sono necessarie per i principianti.

Conclusioni

L'amore per la musica è nel DNA umano. Cantare, ballare e fare musica sono momenti di gioia e divertimento per i bambini. Gli hobby musicali sviluppano capacità cognitive, coordinazione e motricità fine. I bambini più timidi hanno l'opportunità di esprimere la loro creatività e di comunicare i propri sentimenti con un altro linguaggio, più consono alla loro personalità. L'esercizio quotidiano, indispensabile per queste attività, accresce anche l'autodisciplina. Suonare insieme, in un gruppo o in una scuola di musica, aumenta anche le competenze sociali del tuo bambino. Non importa che si tratti di lezioni di chitarra o di corsi di pianoforte per bambini: con un po’ di pazienza troverai lo strumento più adatto al tuo piccolo.
Per tutti questi motivi, se tuo figlio dovesse mostrare interesse per lo studio di uno strumento, sostienilo e motivalo. Non dimenticare mai che è un bambino e non sovraccaricarlo di eccessive aspettative.

[1] http://www.smim.it/cervello-strumento-musicale/

[2] http://www.ilsuonodellarte.it/blog/2016/04/14/musica-bambini-10-dritte-ai-genitori-avviare-propri-figli/

[3] http://www.mastmusic.it/curiosita/la-chitarra-lo-strumento-piu-suonato/

[4] https://www.uppa.it/educazione/pedagogia/scelta-importante-lo-strumento-musicale/

[5] https://www.uppa.it/educazione/pedagogia/scelta-importante-lo-strumento-musicale/

[6] https://www.uppa.it/educazione/pedagogia/scelta-importante-lo-strumento-musicale/