global.uvp.bar.1

Qualità e confort

Circa il 50% di materie prime più sostenibili

Ampia selezione

Moda per tutta la famiglia

Esperti nella moda

Look per tutte le occasioni

Un bambino durante un corso di tennis si allena con palla e racchetta adatti alla sua età

Hobby per bambini: tennis, ping-pong e badminton

Per lungo tempo il binomio bambini e tennis è stato visto con una certa diffidenza, in quanto considerato uno sport asimmetrico e poco adatto a favorire il corretto sviluppo fisico dei più piccoli. Negli ultimi anni, tuttavia, pediatri ed esperti del settore hanno sfatato questo falso mito, rassicurando i genitori sui benefici del tennis sulla crescita dei bambini. Questo ha contribuito ad accrescere la popolarità di questa disciplina, diventata uno degli hobby per bambini più gettonato, soprattutto grazie allo sviluppo di una versione pensata appositamente per i più piccini: il minitennis.

Indoor o outdoor, in singolo o in doppio, il tennis è uno sport vario e completo che permette di sviluppare adeguatamente varie abilità fisiche, tra cui forza e resistenza. Attraverso il contatto con gli altri bambini della stessa età, rafforza le capacità sociali e promuove lo spirito di squadra.

In questo articolo ti presentiamo i tre sport della racchetta più amati dai bambini, spiegandoti nel dettaglio tutto quello che devi sapere per avvicinare tuo figlio alla pratica di questi hobby:

Ti forniamo inoltre una panoramica sui vantaggi di ciascuna disciplina sportiva e una pratica checklist scaricabile in formato PDF che ti aiuterà a preparare il borsone di tuo figlio, in modo che abbia sempre con sé l’occorrente necessario per l’allenamento.

Al fine di fornire un quadro completo di questa disciplina sportiva, nell'articolo elenchiamo anche i costi delle lezioni e dell'attrezzatura. Si prega di notare che tali cifre sono soltanto indicative e possono variare a seconda della regione e della scuola o associazione sportiva.

Tennis per bambini: quali vantaggi?

Il tennis è uno sport dinamico e ricco di stimoli sotto tutti i punti di vista, con un impatto estremamente positivo sulla crescita dei bambini. Sul piano fisico, permette di allenare e migliorare la capacità di coordinazione dei movimenti e la resistenza. Corsa, salti e colpi di racchetta contribuiscono a stimolare la muscolatura e a potenziare forza e agilità. Gli allenamenti prevedono solitamente molte attività di gruppo con altri bambini, favorendo lo sviluppo delle competenze socio-relazionali.

Se il tuo bambino è interessato a intraprendere questo hobby, scegli con attenzione il centro sportivo: controlla che offra corsi di minitennis che prevedono attività e metodi di allenamento adeguati alla sua età e assicurati che l’atmosfera durante le lezioni sia serena e positiva. Solo così il tuo bambino potrà ambientarsi rapidamente e andare volentieri agli allenamenti. In questo senso, l’istruttore ha un ruolo fondamentale: non solo deve essere in grado di insegnare al tuo bambino tecniche e strategie di gioco in modo divertente, ma anche motivarlo e trasmettergli la passione per questo sport. Se possibile, chiedi un incontro per discutere e valutare insieme se gli obiettivi del corso corrispondono con quelli di tuo figlio. Il tuo aspirante tennista, inoltre, avrà sicuramente bisogno di un’attrezzatura ad hoc, come racchette da tennis più piccole e palline depressurizzate. Anche i campi da gioco sono di dimensioni ridotte, adatti quindi anche per i giovani tennisti alle prime armi.

Bambini si allenano durante un corso di minitennis

Non limitarti dunque alla scuola di tennis più vicina a casa, ma valuta e scegli la struttura giusta per il tuo bambino. Per orientarti nella scelta, puoi basarti sulla classificazione fornita dalla FIT (Federazione Italiana Tennis) che suddivide le scuole in 5 tipologie (Club School, Basic School, Standard School, Super School, Top School) sulla base di 3 parametri di qualità: le qualifiche e le competenze degli istruttori, la presenza di un Preparatore Fisico, la qualità delle strutture e degli impianti sportivi messi a disposizione[1].

Età d’inizio: 5-6 anni[2]

Durata: 1-2 volte alla settimana (2 ore in totale)

Costi per le lezioni: dai 15 ai 40 euro a lezione (ca. 60 minuti)

Costi per l'attrezzatura: 30-70 euro per la racchetta, 30-50 euro per le scarpe, 6 euro per le palline (3 pezzi)

Diffusione: Negli ultimi anni la popolarità del tennis è cresciuta enormemente. Secondo il Coni, nel 2017 il tennis si è collocato al secondo posto degli sport più diffusi in Italia con 372.964 atleti tesserati[3].

SuggerimentoLe lezioni di tennis si svolgono quasi sempre all'aperto. Per proteggere il tuo bambino dalle scottature, specialmente durante la stagione estiva, ricordati di mettere una crema solare nel suo borsone per gli allenamenti.

SuggerimentoLe lezioni di tennis si svolgono quasi sempre all'aperto. Per proteggere il tuo bambino dalle scottature, specialmente durante la stagione estiva, ricordati di mettere una crema solare nel suo borsone per gli allenamenti.

Come scegliere la racchetta da tennis per il tuo bambino?

La racchetta da tennis giusta è fondamentale per poter esprimere al meglio il proprio gioco e non affaticare eccessivamente il braccio durante gli allenamenti. La scelta della racchetta è dunque una questione molto delicata e non deve essere fatta in modo casuale. Oltre all'età e all’altezza di tuo figlio, dovresti considerare anche il suo livello di pratica. Se il tuo bambino è ancora agli esordi, non è necessario acquistare una racchetta professionale e costosa. Prima di comprarla, informati sui suoi progressi e fatti indicare il modello più adatto dal suo istruttore. Dopo l'acquisto, fai testare immediatamente il modello scelto al tuo bambino.

Una bambina durante un corso di tennis si allena con il suo istruttore
Altezza 89 - 100 cm 101 - 112 cm 113 - 125 cm 126 - 140 cm 141 - 165 cm
Età 2 - 4 anni 4 - 6 anni 6 - 8 anni 8 - 10 anni 10 - 12 anni
Lunghezza della racchetta 48 cm 53 cm 58 cm 63 cm 66 cm
Racchetta consigliata 19 pollici 21 pollici 23 pollici 25 pollici 26 pollici

Valori di riferimento per scegliere la giusta racchetta da tennis[4]

Impugnatura in mm 100 - 102 103 - 105 106 - 108 109 - 111 112 - 114 115 - 117
Impugnatura in pollici 4 4 1/8 4 1/4 4 3/8 4 1/2 4 5/8
Taglia europea 0 1 2 3 4 5

Valori di riferimento per scegliere il giusto manico della racchetta

AttenzioneLe dimensioni della racchetta da tennis variano in base allo sviluppo e ai progressi di tuo figlio. A questa età i bambini crescono velocemente e fanno rapidi miglioramenti durante gli allenamenti, e di conseguenza hanno spesso bisogno di una nuova racchetta adatta alle loro esigenze.

AttenzioneLe dimensioni della racchetta da tennis variano in base allo sviluppo e ai progressi di tuo figlio. A questa età i bambini crescono velocemente e fanno rapidi miglioramenti durante gli allenamenti, e di conseguenza hanno spesso bisogno di una nuova racchetta adatta alle loro esigenze.

Ping-pong per bambini

Il ping-pong, noto anche come tennistavolo, è un hobby molto popolare nel mondo e particolarmente amato dai bambini, che si riuniscono nei pomeriggi dopo la scuola o durante le vacanze estive per contendersi la vittoria a colpi di racchetta. Il gioco prevede almeno due giocatori, disposti alle due estremità del tavolo da ping-pong, suddiviso da una rete tesa al centro in due metà, o campi. I due sfidanti si lanciano la palla con la racchetta da una parta all’altra del campo, con lo scopo di mettere in difficoltà l’avversario e fare in modo che non riesca a rinviarla nella metà opposta.

Spesso considerato un semplice passatempo, non tutti sanno che il ping-pong è uno sport vero e proprio che assicura a grandi e piccini svariati benefici. Se praticato regolarmente, il tennis da tavolo contribuisce a rafforzare la capacità di resistenza e coordinazione. Incontri e tornei di gruppo accrescono la passione per questo hobby e allenano lo spirito di squadra. Un altro vantaggio è quello di essere uno sport indoor, che si può praticare indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. Il ping-pong è dunque la disciplina ideale non solo per trascorrere dei momenti di svago, ma anche per fare del sano movimento dopo una lunga giornata passata sui banchi di scuola.

Età d’inizio: 5-6 anni

Durata: 1-2 volte alla settimana (2 ore in totale)

Costi per le lezioni: 30-80 euro all’anno (quota associativa)

Costi per l'attrezzatura: 20 euro per la racchetta da principianti che salgono a 60 per le più professionali (telaio di legno ricoperto ai due lati da uno strato di gomma), 50-60 euro per le scarpe da palestra, 8 euro per le palline (12 pezzi)

Diffusione: In Italia esistono ben 583 società sportive di ping-pong con un numero di atleti iscritti pari a 14.265[3].

CuriositàIl ping-pong ha avuto origine verso la fine del XIX secolo come svago dell’alta società inglese. Diretto discendente del tennis, è nato dall’impossibilità di praticare questo passatempo all’esterno a causa del tempo piovoso. La “variante domestica” del tennis si diffuse dapprima con il nome di “tennis da tavolo”, successivamente abbreviato in “tennistavolo”.[5]

CuriositàIl ping-pong ha avuto origine verso la fine del XIX secolo come svago dell’alta società inglese. Diretto discendente del tennis, è nato dall’impossibilità di praticare questo passatempo all’esterno a causa del tempo piovoso. La “variante domestica” del tennis si diffuse dapprima con il nome di “tennis da tavolo”, successivamente abbreviato in “tennistavolo”.[5]

Badminton per bambini

Il badminton è spesso chiamato anche “volano”, termine che indica la “palla” usata in questo gioco. Si tratta di uno sport praticato prevalentemente al coperto, per via dell'elevata leggerezza dei volani, la cui traiettoria potrebbe essere deviata anche dal più piccolo alito di vento. Può essere giocato individualmente (maschile o femminile), in doppio (maschile o femminile) o anche in coppie formate da giocatori di entrambi i sessi (doppio misto). Come il tennis e il ping-pong, il badminton è un’attività sportiva adatta alle famiglie e può essere praticata a qualsiasi età. Tra i più veloci sport di racchetta, il badminton allena le capacità di coordinazione e concentrazione e contribuisce a migliorare agilità e prontezza di riflessi.

Bambini al termine dell’allenamento di badminton

Si tratta di uno sport agonistico a tutti gli effetti, il cui scopo è quello di colpire con la racchetta il volano per mandarlo nella metà campo opposta, in modo tale che l'avversario non possa raggiungerlo. Il badminton è un discendente del “battledore and shuttlecock”, gioco analogo di origine antichissima in cui i giocatori si passavano il volano (shuttlecock) con l'aiuto di una paletta di legno (battledore) cercando di fare il maggior numero di passaggi senza farlo cadere[6].

Età d’inizio: 5-6 anni

Durata: 1-2 volte alla settimana (2 ore in totale)

Costi per le lezioni: 30-80 euro all’anno (quota associativa)

Costi per l'attrezzatura: 30 euro per la racchetta, 50-60 euro per le scarpe da ginnastica, 10 euro per i volani (12 pezzi)

Diffusione: Il numero delle associazioni sportive di badminton in Italia ammonta a 790, con un totale di 80.526 atleti iscritti[3].

Conclusioni

Il tennis è un hobby coinvolgente, armonico e completo, che offre al tuo bambino una buona dose di esercizio fisico e divertimento. Gli allenamenti in gruppo e la condivisione di vittorie e sconfitte con gli altri bambini promuovono lo spirito di squadra e le capacità sociali, mentre la competizione favorisce lo sviluppo di uno spirito combattivo e rafforza il carattere. Attraverso l'esercizio fisico regolare, inoltre, tuo figlio può non solo allenare velocità, destrezza e agilità, ma anche svagarsi al termine di una lunga giornata di scuola.

Riferimenti bibliografici:

[1] https://www.federtennis.it/Giocare-a-tennis/Bambini-e-ragazzi/La-scelta-della-scuola
(consultato in data 27.08.2019)

[2] https://www.federtennis.it/Giocare-a-tennis/Bambini-e-ragazzi/A-che-eta-iniziare
(consultato in data 27.08.2019)

[3] https://www.coni.it/images/1-Primo-piano-2018-fine/Report_FSN_DSA_2018_12_17_v.GN.pdf
(consultato in data 23.08.2019)

[4] https://consigli-sport.decathlon.it/consigli/come-scegliere-una-racchetta-da-tennis-tuo-figlio-tp_457
(consultato in data 27.08.2019)

[5] https://www.focus.it/cultura/storia/come-e-nato-il-ping-pong
(consultato in data 22.08.2019)

[6] http://www.treccani.it/enciclopedia/badminton_%28Enciclopedia-dello-Sport%29/
(consultato in data 22.08.2019)

Immagini tratte da:

iStock.com/YakobchukOlena

iStock.com/LightFieldStudios