Tirocinio curriculare: una tirocinante siede su un tavolo con il laptop in mano.

Tirocinio formativo per la scuola e l’università: consigli per la scelta, la candidatura e il colloquio*

La maggior parte degli studenti ha nel proprio piano di studi il dovere di svolgere un tirocinio prima della fine degli studi e di stilare poi una relazione finale di tirocinio. Un tirocinio rappresenta spesso un primo contatto con il mondo del lavoro e rappresenta anche una grande opportunità per gli studenti di conoscere meglio una professione. Come si fa a trovare un tirocinio adatto? Quasi sono i documenti da allegare nella candidatura e come comportarsi a un colloquio di tirocinio? In questa guida ti spieghiamo come completare un tirocinio formativo con successo, a partire dalla ricerca del tirocinio fino alla stesura della relazione finale. La tua prima esperienza nel mondo del lavoro non potrà che essere un successo!

Trovare un tirocinio formativo adatto: informazioni e consigli per la ricerca

Sei alla ricerca di un posto da tirocinante? Con la strategia giusta e un po’ di pazienza troverai certamente un tirocinio formativo che ti entusiasmerà e che ti darà la possibilità di conoscere una professione di tuo interesse. I nostri consigli sono utili sia per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado, impegnati nei PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento) sia per gli studenti universitari che hanno nel loro percorso il tirocinio come tappa obbligatoria.

Alla ricerca di un tirocinio formativo valido

L’ideale sarebbe cominciare a cercare un tirocinio curriculare con un certo anticipo. In questo modo avrai migliori possibilità di trovare il tirocinio che più preferisci e sarai avvantaggiato rispetto agli altri candidati. Inoltre, avrai anche tempo di trovare un eventuale impiego se la tua candidatura dovesse essere rifiutata.

Fare brainstorming può aiutarti a trovare una posizione adatta a te. Pensa a quali professioni ti interessano e a quali attività hai sempre voluto provare. Scrivi le tue idee e cerca poi le aziende più adatte nella tua regione. Scrivi tutti gli indirizzi, i numeri e, se possibile, le persone di riferimento a cui potresti mandare la tua candidatura. Anche i portali di lavoro possono essere utili per trovare il tirocinio formativo che fa per te, in quanto le aziende spesso pubblicizzano lì le loro posizioni aperte per stage e tirocini.

Per i PCTO, gli studenti potranno “spulciare” le proposte direttamente dal portale del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro presso le Camere di Commercio (al sito scuolalavoro.registroimprese.it).

Oltre alla ricerca online, puoi anche chiedere consigli ai familiari o a un insegnante di riferimento. In questo modo, potresti scoprire una posizione di tirocinio che non avevi ancora preso in considerazione.

Consiglio

Se non hai le idee ben chiare su cosa ti si addica di più, puoi anche fare un test di orientamento professionale. Sono in genere forniti dai consulenti del lavoro, centri per l’impiego o anche online. In questo secondo caso, controlla che il sito web sia affidabile e che le domande siano coerenti.

Come preparare un’ottima candidatura per un tirocinio formativo

Una volta trovate le aziende più adatte al tuo tirocinio formativo, dovrai formulare la tua candidatura ufficiale. I seguenti documenti fanno parte di una candidatura completa per un tirocinio formativo:

  • Lettera di presentazione: in una lettera di presentazione puoi presentarti e convincere l’azienda che sei la persona giusta per lo stage.

  • Curriculum Vitae: il CV fornisce all’azienda una panoramica della tua carriera scolastica, interessi e competenze.

  • Allegati: oltre alla lista degli esami sostenuti con i voti, puoi aggiungere alla lista degli allegati anche dei certificati pertinenti. Se stai facendo un tirocinio per un hotel, potrebbe essere utile inviare una o più certificazioni di lingua, oppure, se ti stai candidando in un’editoria, una certificazione di partecipazione ad un corso di scrittura creativa.

Scrivere una lettera di presentazione convincente per il tirocinio formativo

La lettera di presentazione è lunga in genere un paio di paragrafi e non deve superare una pagina A4. Dato che la lettera di presentazione è la prima cosa che un selezionatore legge, è richiesta una certa sensibilità. Una lettera di presentazione efficace può convincere un’azienda che sei realmente interessato/a e a velocizzare il processo di candidatura. Mostra un po’ di creatività e individualità in modo da distinguerti da tutti gli altri candidati. Evita di esagerare, sii invece autentico/a, onesto/a e aperto/a per l’azienda.

Checklist per la lettera di presentazione

  • I tuoi dati di contatto (indirizzo, numero di telefono, e-mail)

  • L’indirizzo dell’azienda

  • Indirizzala al responsabile delle risorse umane [1]

  • Se c’è, il nome del destinatario

  • Luogo e data

  • Oggetto (in grassetto)

  • Corpo del testo

    • Saluto

    • Motivo della candidatura

    • Informazioni su di te e sulle tue competenze

    • Durata del tirocinio

  • Firma

Consiglio

Per assicurarti chela lettera di presentazione sia accolta favorevolmente, ti consigliamo di farla correggere ad un’altra persona. In questo modo, potrai risparmiarti eventuali errori di ortografia.

Tirocinio formativo: consigli e checklist per un buon CV

Il CV è in genere redatto sottoforma di tabella su una pagina A4. Grazie a questo formato, i selezionatori hanno ben in vista tutte le competenze e gli interessi dei candidati. A differenza della lettera di presentazione, il CV è composto da brevi elenchi puntati.

Checklist per il curriculum vitae [2]:

  • Dati personali (nome completo, indirizzo, mail, numero di telefono, luogo e anno di nascita)

  • Se possibile, una foto per CV

  • Formazione scolastica (diploma, laurea ecc.)

  • Conoscenze e competenze (ad esempio livello di conoscenza di una lingua straniera, partecipazione a concorsi e altri tirocini e/o corsi svolti)

  • Hobby e interessi

  • Firma

Consiglio

Fai in modo che la tua candidatura sia formattata correttamente: questo dimostrerà al selezionatore che ti sei impegnato/a e che lavori con attenzione. Possono essere punti decisivi per ottenere il posto da tirocinante.

Tirocinio formativo: uno studente viene accolto dalla selezionatrice a un colloquio di tirocinio.

Consigli per un buon colloquio di tirocinio

Se hai convinto un’azienda con la tua candidatura, potrebbero chiederti di incontrarli per un colloquio. Le azienda non si aspettano un colloquio da professionisti, sanno che sei ancora all’inizio della tua carriera e che questo è solo uno dei primi colloqui della tua vita. Ti troverai in ogni caso a dover rispondere ad alcune delle classiche domande da colloquio di lavoro. Pensa in anticipo alle possibili risposte e formula delle risposte con amici e familiari.

Alcune possibili domande potrebbero essere [3]:

“Quali sono le caratteristiche che ti rendono adatto a questo tirocinio?”

“Perché sei interessato a questo tirocinio?”

“Cosa speri di ottenere o imparare da questa esperienza di tirocinio?”

“Quali sono i tuoi punti di forza e di debolezza?”

“Perché hai scelto la nostra azienda?”

Con queste domande, i selezionatori voglio mettere alla prova i candidati e scoprire se sono davvero interessati all’azienda e adatti per il tirocinio formativo. Senza dubbio è necessario quindi mantenere la calma e rispondere in modo amichevole e sicuro. Anche indossare un abbigliamento adeguato al colloquio è importante per fare una buona impressione. Fai attenzione all’outfit da scegliere per il colloquio e, a secondo del settore, dimostrerai di aver fatto attenzione ai dettagli e di essere in sintonia con l’azienda.

Di norma, un colloquio di tirocinio per studenti non dura più di 30 minuti. Dopodiché, è necessario aspettare. La maggior parte delle aziende comunicherà l’esito del colloquio entro qualche settimana.

Relazione finale di tirocinio: una studentessa prende appunti per la stesura della relazione finale di tirocinio curriculare.

Scrivere una relazione finale di tirocinio: informazioni e consigli

Quasi tutti gli istituti superiori e le università richiedono una relazione finale di tirocinio una volta che lo stage è stato completato con successo. Questa relazione scritta serve come riflessione e ad accertare quali competenze uno studente abbia acquisito.

In una relazione di tirocinio sono presenti [4]:

  • Informazioni generali: in questa sezione si descrivono il contesto del tirocinio, l’azienda e il periodo in cui si è svolto il tirocinio.

  • Attività svolte e competenze acquisite: in questa parte puoi descrivere i tuoi compiti individuali e quello che hai potuto apprendere durante il periodo di formazione. Aggiungi anche eventuali difficoltà incontrate e come le hai superate.

  • Valutazione personale: questo spazio offre la possibilità di autovalutarsi. Quali aspetti ti sono piaciuti di più? C’è qualcosa che avresti voluto approfondire?

  • Prospettive future: qui puoi aprirti alle opportunità per il futuro in questo campo e spiegare come questa esperienza ti abbia influenzato. Ti è servito a capire che questo è quello che vuoi fare finiti gli studi? Oppure, hai capito di voler intraprendere un percorso di carriera diverso?

Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado avranno inoltre la possibilità (in base alla scuola) di discutere la loro esperienza di alternanza scuola lavoro anche in sede di esame di maturità mediante una relazione scritta o una presentazione più originale in power point o altri formati multimediali.

Consiglio: se prendi appunti durante il tuo stage, ti sarà molto più facile alla fine scrivere la tua relazione di tirocinio. Un consiglio è quello di annotare ogni giorno le informazioni più importanti acquisite in quella giornata: quali sono i tuoi compiti? Hai fatto una nuova esperienza? Hai imparato qualcosa di nuovo sull’azienda o su questa professione?

Conclusione: scegliere e candidarsi per un tirocinio formativo per il PCTO o l’università

Un tirocinio curriculare è un ottimo modo per immergersi nel mondo del lavoro e fare esperienze entusiasmanti. Prima si inizia a cercare un tirocinio adatto, maggiori saranno le possibilità di trovare la posizione dei propri sogni. Quando metti insieme i documenti per la candidatura, devi farlo in modo coscienzioso, con creatività e attenzione. Sarai così certo di convincere i selezionatori a darti la possibilità di sostenere un colloquio. Anche in questo caso, prepararsi al meglio è la chiave per padroneggiare le domande in modo sicuro e rilassato. Una volta trovato un posto di tirocinio e completato con successo lo stage, la relazione finale di tirocinio diventa una preziosa opportunità per riflettere sulla propria esperienza.

* Questa guida riassume informazioni generali sull'orientamento professionale e i processi di candidatura, al fine di agevolare l'avvio alla carriera ai potenziali candidati. Le informazioni riportate non si riferiscono quindi in alcun modo ai processi di candidatura, alle opportunità di ingresso o ai profili professioni di C&A.

Scopri più articoli:

______________________________________________

Riferimenti bibliografici e approfondimenti

[1] https://www.controcampus.it/2020/09/come-fare-un-curriculum-vitae-per-tirocinio-esempio-cv-pdf/

(consultato in data 16.06.2023)

[2] https://www.jobiri.com/cosa-non-deve-mancare-in-un-curriculum/

(consultato in data 16.06.2023)

[3] https://compassunibo.wordpress.com/2020/02/12/5-domande-frequenti-durante-i-colloqui-per-tirocinio-e-come-affrontarle/

(consultato in data 16.06.2023)

[4] https://www.atuttatesi.it/laurea/guide-tesi/tesi-di-tirocinio-come-preparare-la-relazione-finale/

(consultato in data 16.06.2023)

Immagini tratte da

iStock.com/Kateryna Onyshchuk

iStock.com/industryview

iStock.comSDI Productions

iStock.com/kali9

C’è uno sconto del 10% per i nuovi iscritti*

Iscrivetevi a C&A for you, il nostro programma fedeltà gratuito, per ottenere inoltre offerte speciali per i soci e uno sconto per i soci durante i saldi.

Iscriviti!

*Riceverai il bonus del 10% dopo aver effettuato l'iscrizione a C&A for you e aver accettato di ricevere e-mail personalizzate. Una volta soddisfatti entrambi i criteri, puoi usare il bonus sia nei negozi C&A sia nello store online C&A. Il bonus non può essere usato per articoli già scontati né cumulato con altre agevolazioni. Trovi maggiori informazioni sulle condizioni del nostro programma fedeltà qui www.c-and-a.com/it/it/shop/foryou#termsconditions

PaypalVisa Electron Visa PostepayAmexDHL
Paypal Acquista ora e paga dopo 30 giorni. Per saperne di più