global.uvp.bar.1

Qualità e confort

Circa il 50% di materie prime più sostenibili

Ampia selezione

Moda per tutta la famiglia

Esperti nella moda

Look per tutte le occasioni

Educazione ai media: le regole aiutano il tuo bambino a disciplinare il suo consumo mediatico

Educazione digitale

Regole e consigli per il consumo mediatico del tuo bambino

Medienerziehung

Regeln und Tipps für den Medienkonsum Deines Kindes

La diffusione delle nuove tecnologie ha portato a profondi cambiamenti di comportamento nel tempo libero dei bambini. Eppure, durante l’infanzia si dovrebbe trascorrere la maggior parte della giornata lontani dagli schermi, impegnati in altre attività extrascolastiche, come giochi con i coetanei, hobby e attività creative. Tuttavia, man mano che i bimbi crescono, sono sempre più attirati dal mondo digitale. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti relativi alle regole fondamentali per educare tuo figlio ad un uso consapevole delle nuove tecnologie e raggiungere così un rapporto equilibrato tra l'utilizzo dei media e le altre attività del tempo libero.

Bambini e tecnologia: quali regole per un uso sano dei media digitali?

La necessità di regolamentare l’uso di TV, computer, smartphone & Co. dipende prevalentemente da quanto tempo tuo figlio trascorre in compagnia dei dispositivi digitali a sua disposizione. Ogni bambino ha infatti personalità e interessi diversi: alcuni prediligono lo sport e gli hobby di tipo creativo, mentre altri sono affascinati dal mondo dei media. Pertanto, è fondamentale osservare attentamente il comportamento di tuo figlio e valutare con quale frequenza e per quale scopo utilizza le nuove tecnologie. Non tutti i media digitali sono uguali: i programmi e i contenuti educativi, così come l’uso creativo dei media digitali (fotografie, programmi online di grafica e disegno, ecc.) hanno un importante valore pedagogico, di gran lunga maggiore rispetto alle serie TV o ai siti web di intrattenimento.

Definisci insieme al tuo bambino regole e limiti da rispettare.

Se invece ritieni che sia necessario stabilire delle regole per disciplinare il consumo mediatico di tuo figlio, ti consigliamo di definirle di comune accordo con lui. In questo modo, il tuo bambino non solo capirà l’importanza del rispetto delle regole in generale, ma partecipando alla decisione comprenderà perché è opportuno seguire queste nello specifico. Includi dunque il punto di vista del tuo bambino e chiedigli quali sono i suoi desideri e le sue riflessioni sull'argomento. Discutete apertamente nel caso in cui sorgano delle incomprensioni o dei potenziali conflitti. Insieme definite anche come verificherete il rispetto di queste regole e cosa lo aspetta nel caso dovesse violarle.

È importante che le vostre regole prevedano un certo grado di flessibilità. In una giornata piovosa, ad esempio, potresti concedere al tuo bambino un po' di tempo in più davanti alla TV e in cambio fare una pausa dai media digitali il giorno successivo. Come indicazione generale, comunque, è sempre bene organizzare delle giornate completamente prive di media in modo che il tuo bambino abbia abbastanza tempo anche per altri hobby e attività.

AttenzionePer evitare che il tuo bambino sia costantemente esposto ai media digitali, bastano solo alcuni semplici accorgimenti, come spegnere il televisore quando non lo state guardando, anziché lasciarlo andare in sottofondo, e incoraggiarne un uso attivo e creativo.

AttenzionePer evitare che il tuo bambino sia costantemente esposto ai media digitali, bastano solo alcuni semplici accorgimenti, come spegnere il televisore quando non lo state guardando, anziché lasciarlo andare in sottofondo, e incoraggiarne un uso attivo e creativo.

Una volta stabilite le regole, il modo più semplice per implementarle nella vita quotidiana è quello di introdurre delle routine. Con l’aiuto di orari e rituali fissi il tuo bambino imparerà ad orientarsi e a valutare il tempo trascorso davanti allo schermo. Ecco alcuni consigli per tutti i giorni che ti aiuteranno a stabilire delle sane abitudini per il tuo bambino[1]:

  • evitare l'utilizzo dei media digitali 1-2 ore prima di andare a letto
  • niente cellulari a tavola o mentre si fanno i compiti
  • dopo la scuola dare precedenza al gioco all’aperto e con gli amici
  • definire i giorni e gli orari della giornata senza media
  • programmare orari fissi per l'uso dei media

Quanto tempo davanti alla TV? Alcune linee guida per il tuo bambino

Per rispondere alla domanda su quanto tempo tuo figlio può dedicare a tv, tablet e cellulari bisogna tener conto di quali media usa e per quale scopo. Se il tuo piccolo impiega i dispositivi digitali in modo attivo e istruttivo, non è necessario limitarne eccessivamente il consumo. Di tanto in tanto è possibile fare un’eccezione ai tempi stabiliti anche quando i media vengono utilizzati per svolgere delle attività insieme a tutta la famiglia o per i compiti a casa. Di seguito, ti forniamo alcune linee guida e raccomandazioni su quanto tempo il tuo bambino dovrebbe usufruire dei vari media nell’arco della giornata[2].

Età Durata quotidiana consigliata
0 - 2 anni Assolutamente sconsigliato
3 - 6 anni 30 minuti
6 - 7 anni 60 minuti
8 - 10 anni 90 minuti
11 - 13 anni 120 minuti

A partire dall'età di dieci anni dovresti lasciare che tuo figlio impari gradualmente ad essere più indipendente e a gestire autonomamente il tempo con e senza media. Ci sono diversi modi, alcuni anche divertenti e creativi, per controllare quanto tempo tuo figlio dedica ogni giorno alle sue attività digitali. Ad esempio, potreste progettare una tabella per organizzare il tempo libero dai media e, man mano che passa il tempo, spuntare le ore o contrassegnarle con degli adesivi colorati.

In alternativa puoi anche preparare dei “voucher multimediali” che il tuo bambino può riscattare ogni qualvolta vorrà guardare la tv, giocare con il computer o con lo smartphone. O ancora, perché non inventare una “moneta” simbolica, ad esempio sotto forma di biglie, che il tuo bambino riceve per ogni mezz'ora trascorsa davanti agli schermi? Quando avrai finito le biglie, significa che le ore della settimana da dedicare ai media digitali sono esaurite e quindi è ora di fare una pausa.

Anche gli stessi dispositivi digitali e le app possono essere utili per ottenere una panoramica dello “screen time” di tuo figlio. Molti computer e smartphone prevedono delle apposite impostazioni che limitano il tempo di utilizzo. Perfino sul router del Wi-Fi è possibile modificare le impostazioni per limitare l'accesso o la durata di utilizzo di Internet. Un ulteriore metodo semplice e al contempo molto efficace è utilizzare un timer, che ti permetterà di arrestare la corrente di tutti gli apparecchi digitali.

L’utilizzo condiviso dei media rafforza i legami familiari.

Quando il tuo bambino si fa grande, potrebbe iniziare a desiderare uno smartphone o un computer tutto suo. Anche in queste situazioni, ci sono delle linee guida che ti possono venire in aiuto, come la regola del 3-6-9-12[3]:

  • sotto i 3 anni: niente dispositivi dotati di schermi
  • sotto i 6 anni: niente console di gioco
  • sotto i 9 anni: niente cellulare personale
  • sotto i 12 anni: niente Internet senza la supervisione dei genitori

Come sempre si tratta di valori indicativi: sta a te decidere, sulla base della vostra situazione e delle abitudini mediatiche di tuo figlio, quando sarà pronto per avere i propri dispositivi personali.

Anche stabilire quando il consumo dei media diventa eccessivo è una questione soggettiva, in quanto dipende dal carattere e dagli interessi del bambino. Osserva attentamente tuo figlio e assicurarti di proporgli sempre delle alternative “offline” per il suo tempo libero. L'eccessivo utilizzo dei media si manifesta attraverso diversi segnali, come ad esempio[4]:

  • calo del rendimento scolastico
  • difficoltà di concentrazione
  • mancanza d'interesse per altre attività e abbandono degli hobby
  • stanchezza e irritabilità
  • tendenza all’isolamento e noncuranza dei contatti sociali
  • rifiuto per le attività in famiglia

In tutte queste circostanze, devi agire prontamente e introdurre chiare regole di accesso e d'utilizzo, in modo da educare tuo figlio ad un uso equilibrato dei media.

SuggerimentoLa presenza di dispositivi digitali come computer, smartphone e televisori nella cameretta potrebbe incoraggiare i piccoli ad usarli più spesso e interferire con un sonno sereno[5]. Il divieto di utilizzare tali dispositivi nella camera da letto può dunque essere un ottimo modo per ridurre il consumo mediatico del tuo bambino.

SuggerimentoLa presenza di dispositivi digitali come computer, smartphone e televisori nella cameretta potrebbe incoraggiare i piccoli ad usarli più spesso e interferire con un sonno sereno[5]. Il divieto di utilizzare tali dispositivi nella camera da letto può dunque essere un ottimo modo per ridurre il consumo mediatico del tuo bambino.

Educazione digitale per genitori

I genitori rappresentano le figure di riferimento principali nell’educazione dei bambini e sono un importante modello da seguire. I piccoli li osservano attentamente e sono influenzati dal loro comportamento, anche per quanto riguarda l’utilizzo dei media. Le loro abitudini mediatiche possono pertanto avere un forte impatto sull’educazione digitale dei più piccoli: è quindi importante che i genitori siano in grado di dare il buon esempio e sappiano insegnare ai propri figli una gestione corretta e responsabile delle nuove tecnologie. Spesso i genitori non fanno caso a quanto tempo trascorrono davanti allo schermo. Ecco che quindi diventa fondamentale un pizzico di attenzione in più alle proprie azioni ed essere consapevoli di quando, dove e con quale frequenza si utilizzano i media digitali. Di seguito troverai alcuni spunti di riflessione, che ti aiuteranno a valutare meglio il tuo rapporto con i media:

Educazione digitale per bambini – Fai attenzione alle tue abitudini mediatiche.
  • Con quale frequenza usi il tuo cellulare/smartphone e in quali situazioni?
  • Quanto spesso guardi la televisione o ascolti la radio?
  • Quanto bene conosci i media digitali?
  • Sei aggiornato sui nuovi trend digitali?
  • Pubblichi in Internet immagini di te e/o di tuo figlio? Sei sicuro di rispettare il regolamento generale sulla protezione dei dati?
  • Che tipo di informazioni pubblichi su Internet e chi può vedere i tuoi messaggi?

Queste domande ti aiuteranno ad analizzare le tue abitudini mediatiche e, se necessario, a cambiarle. Ad esempio, se noti che tendi a trascorre troppo tempo sul tuo smartphone, prova ad introdurre un giorno senza cellulare o a monitorarne l’utilizzo tramite un'app. Una conoscenza approfondita dei processi e delle dinamiche digitali ti permetterà di dare risposte competenti alle domande del tuo bambino e di accompagnarlo nel suo percorso di apprendimento dei media digitali.

CheckIncoraggia tuo figlio a parlare delle sue esperienze e renditi disponibile a rispondere a tutte le sue domande riguardanti Internet e il mondo dei media. In questo modo diventerai il suo interlocutore di fiducia e insieme imparerete tutti gli aspetti della sicurezza in Internet.

CheckIncoraggia tuo figlio a parlare delle sue esperienze e renditi disponibile a rispondere a tutte le sue domande riguardanti Internet e il mondo dei media. In questo modo diventerai il suo interlocutore di fiducia e insieme imparerete tutti gli aspetti della sicurezza in Internet.

E perché non sfruttare questa occasione per riflettere e migliorare le abitudini mediatiche di tutta la famiglia? Per rendere ogni membro consapevole di quanto tempo dedica ai vari dispositivi digitali, puoi introdurre una semplice regola: ognuno deve far notare agli altri membri della famiglia se stanno passando troppo tempo in compagnia dei media o se la situazione è inappropriata (ad esempio durante una conversazione, a tavola, ecc.). In questo articolo troverai maggiori informazioni su come utilizzare il tuo smartphone nelle situazioni sociali. Osservare il comportamento degli altri membri della famiglia contribuisce a diventare più attenti e consapevoli delle proprie abitudini.

Conclusioni

Una buona educazione digitale, in un mondo pervaso dalle nuove tecnologie e in continua evoluzione, richiede molta attenzione e un impegno costante da parte dei genitori. In quanto modelli da seguire, è indispensabile che essi diano il buon esempio e sappiano insegnare ai propri figli a fare un uso equilibrato di tv, computer e smartphone, incoraggiandoli a trascorrere molto tempo al di fuori del mondo dei media. Alcuni parametri di riferimento ti aiuteranno a stimare quanto tempo il tuo bambino dovrebbe trascorrere in compagnia dei media, ma valuta sempre la situazione in base al comportamento e al carattere di tuo figlio. Nel nostro PDF scaricabile abbiamo riassunto tutte le informazioni più importanti sul tema dell’educazione ai media e sullo sviluppo delle competenze digitali.

Riferimenti bibliografici:

[1] https://wisesociety.it/piaceri-e-societa/media-digitali-bimbi-dipendenza/
(consultato in data 05.08.2019)

[2] https://famigros.migros.ch/it/gite-e-tempo-libero/media/navigare-sicuri-in-internet
(consultato in data 05.08.2019)

[3] https://www.hellofamily.ch/it/consigli-per-la-famiglia/la-vita-in-famiglia/scuola-formazione-media/competenza-mediatica.html
(consultato in data 05.08.2019)

[4] https://www.giovaniemedia.ch/it/temi/dipendenza.html
(consultato in data 05.08.2019)

[5] https://www.adolescienza.it/social-web-tecnologia/attenzione-alla-tv-che-disturba-il-sonno-dei-bambini/
(consultato in data 05.08.2019)

Immagini tratte da:

iStock.com/Jacob Ammentorp Lund

iStock.com/skynesher

iStock.com/Sneksy

iStock.com/DragonImages