shop.global.1
I simboli presenti sulle etichette dei vestiti e il loro significato

I simboli sull’etichetta dei tuoi vestiti – Come evitare gli errori più comuni

Il lavaggio e la cura dei capi d’abbigliamento può trasformarsi in una vera e propria sfida. Probabilmente, infatti, ti è già capitato di estrarre dalla lavatrice dei maglioni di lana diventati più piccoli di tre taglie o di vedere il tuo capo preferito perdere la sua forma dopo essere stato stirato. Per garantire ai tuoi vestiti una lunga durata e per non danneggiarne la qualità, la regola fondamentale è prestare attenzione ai simboli riportati sulle etichette presenti su ogni capo d’abbigliamento. Queste regole sono essenziali in particolare per i capi di seta o lana, ma non vanno comunque trascurate neanche nel caso di indumenti colorati, in cotone o materiali sintetici.

Abbiamo raccolto qui una breve panoramica dei simboli più diffusi che dovresti sempre tenere a portata di mano per essere sicura/o di lavare e trattare i tuoi capi nel modo corretto. Ti presentiamo di seguito i simboli più importanti e riconosciuti a livello mondiale[1] per quanto riguarda:

  • Lavaggio
  • Asciugatura
  • Stiratura
  • Candeggio
  • Lavaggio a secco
I simboli per il lavaggio e il loro significato
I simboli per il lavaggio e il loro significato

Panoramica dei simboli per il lavaggio e la cura dei tessuti

Le etichette presenti su tessuti e capi di abbigliamento riportano di solito 5 simboli standard, che forniscono chiare indicazioni su come quel materiale può e deve essere lavato, asciugato e stirato. Oltre a queste regole base si trovano anche alcune indicazioni per la pulizia professionale e il candeggio. Per rendere queste indicazioni univoche ed universali, i simboli vengono sempre rappresentati seguendo la stessa successione, secondo lo schema: lavaggio – candeggio – asciugatura – stiratura – lavaggio a secco.[2]

 

Simboli per il lavaggio

Il primo simbolo che trovi sulle etichette dei vestiti si riferisce sempre alla fase di lavaggio. Vengono qui riportate le istruzioni per il lavaggio in lavatrice, se indicato per il capo oppure no, e la temperatura da selezionare. Quest’ultima viene espressa in gradi centigradi ed è rappresentata da un numero scritto all’interno di una bacinella d’acqua. Ricorda di non oltrepassare mai questo valore, perché potresti rischiare di rovinare il tuo capo. Se la bacinella è sbarrata con una croce, l’indumento non può essere lavato a casa, ma deve essere portato in lavanderia e trattato con procedimenti professionali. Se invece è presente il simbolo del lavaggio a mano, ricorda di lavare il tuo capo con il programma per il lavaggio a mano presente sulla tua lavatrice.

Oltre a queste indicazioni più comuni, l’etichetta può contenere ulteriori varianti dei simboli appena presentati. Se sotto la bacinella dell'acqua si trova una linea, dovrai selezionare per il lavaggio il programma per i capi delicati. Su ogni lavatrice è presente il programma delicati o seta. Ricorda anche di non caricare troppo il cestello della lavatrice quando usi questo programma. Nel caso ci sia una riga doppia sotto la bacinella dell'acqua, è necessario usare un programma speciale, il cosiddetto extra delicato. Alcuni modelli di lavatrici hanno a disposizione programmi pensati appositamente per il lavaggio di lana, seta o cachemire. Se la tua lavatrice non dispone di questo tipo di programma, seleziona semplicemente quello del lavaggio a mano. In caso di capi particolarmente sporchi ti consigliamo di rivolgerti ad una lavanderia e optare per un lavaggio professionale.

Simboli per il candeggio

Per capire se il tuo capo può essere sottoposto a candeggio, devi fare riferimento al secondo simbolo, quello del triangolo. Ricorda che la candeggina è contenuta in quasi tutti i detersivi in polvere e fa sì che macchie e aloni indesiderati scompaiano dai capi più chiari. Non tutti i capi, però, possono essere trattati con candeggina o sostanze simili, per questo è sempre importante controllare le indicazioni riportate sull’etichetta e utilizzare detergenti adatti. Questo consiglio vale soprattutto per i tessuti colorati, che se trattati con la candeggina potrebbero stingersi durante il lavaggio. Usa perciò sempre un apposito detersivo per colorati che, di sicuro, non conterrà queste sostanze.[3] La scelta del detersivo sbagliato è l'errore più frequente che viene commesso quando si lavano i capi d’abbigliamento.

I possibili simboli per il candeggio riportati sulle etichette
I possibili simboli per il candeggio riportati sulle etichette
Simboli per l'asciugatura e relativi significati
Simboli per l'asciugatura e relativi significati

Simboli per l'asciugatura

Per capire come procedere con l'asciugatura di un capo appena lavato, bisogna fare riferimento al simbolo nel quadrato. È il terzo simbolo presente sulle etichette e indica se un capo può essere asciugato nell’asciugatrice o deve asciugare in modo naturale.

Un cerchio inserito nel quadrato è il simbolo dell'asciugatrice, e indica che quel particolare capo può essere messo senza problemi nell’asciugatrice. Se questo simbolo è sbarrato, il capo deve essere fatto asciugare in modo naturale, all'aria. Se sull'etichetta non c'è nessun’altra limitazione, ti consigliamo di stendere il tuo capo o di appenderlo a una gruccia e lasciarlo asciugare all'aria. Se invece il simbolo indica che il capo deve essere asciugato quando è ancora completamente bagnato, ricorda di non attivare la centrifuga.

Prima di mettere i vestiti nell'asciugatrice, bisogna prestare attenzione alla temperatura da selezionare. Può infatti succedere che, ad alte temperature, la fibra si restringa, e che alla fine dell'asciugatura il tuo capo risulti molto più piccolo di come era dopo il lavaggio. Presta quindi attenzione al numero dei puntini riportati all’interno del cerchio: ti mostrano se è necessario impostare un programma per i delicati sull’asciugatrice.

Simboli per la stiratura

Il simbolo più intuitivo e facile da riconoscere è quello del ferro da stiro. Questo simbolo non indica soltanto se un capo può essere stirato o meno, ma anche a quale temperatura. Maggiore è il numero dei puntini riportati sul ferro da stiro, tanto più elevata sarà la temperatura a cui può essere stirato il capo. Cotone e lino sono i materiali che sopportano le temperature più alte. Al contrario, le fibre sintetiche e i tessuti misti sono quelli più sensibili. In questi casi è meglio non stirare l’indumento o, se non si può evitarlo, selezionare sul ferro da stiro la temperatura più bassa possibile.

Simboli per la stiratura – una panoramica
Simboli per la stiratura – una panoramica
Simboli per il lavaggio a secco
Simboli per il lavaggio a secco

Simboli per il lavaggio a secco

I simboli per il lavaggio a secco, o chimico, sono di solito rappresentati con un cerchio e una lettera. Se sull'etichetta del tuo capo è presente uno di questi simboli, è consigliabile portarlo in lavanderia. Le lettere contenute nel cerchio indicano i diversi solventi che possono essere utilizzati durante il lavaggio a secco. Per evitare di danneggiare la qualità del tuo indumento, affidalo a una lavanderia professionale e non provare a lavarlo a casa.

 

Conclusioni – Rispettare i simboli sull’etichetta allunga la vita dei tuoi capi

I simboli riportati sull’etichetta per il lavaggio e la cura dei diversi tipi di tessuto sono fondamentali per preservare la qualità dei tuoi capi e garantirgli una lunga durata. Queste indicazioni ti spiegano come lavare, asciugare e stirare in modo corretto i tuoi indumenti, e ti permettono di evitare di commettere errori. Prestare attenzione a queste semplici regole ti aiuterà a preservare nel tempo la qualità dei tuoi tessuti.

Una panoramica dei simboli sulle etichette dei vestiti – scarica il PDF.