shop.global.1
Eliminare le macchie dai vestiti con prodotti che si possono trovare in casa

Come eliminare le macchie e i cattivi odori dai vestiti

Per togliere le macchie più ostinate è sconsigliabile mettere il capo direttamente in lavatrice insieme agli altri. Non tutte le macchie, infatti, vanno trattate alla stessa temperatura o con lo stesso tipo di detersivo. È per questo importante in ogni caso pretrattare la macchia, di qualsiasi tipo essa sia. I prodotti smacchiatori specifici, che spesso sono anche molto costosi, possono essere inoltre in molti casi sostituiti con prodotti molto comuni che è possibile reperire in casa. Con alcuni trucchi ti aiuteremo a smacchiare il tuo capo in un batter d’occhio.

In questo articolo troverai una panoramica sui diversi tipi di macchie e su come eliminarle insieme ai cattivi odori usando prodotti casalinghi di uso comune.

 

Togliere le macchie più ostinate per un bucato perfetto

Per togliere le macchie dai tessuti bisogna tenere a mente alcune regole fondamentali, che sono valide per ogni tipo di macchia. Per eliminare le macchie in maniera efficace e avere un risultato perfetto è necessario sempre procedere con la massima cura, perché una macchia trattata nel modo sbagliato può a volte causare danni perfino irreparabili alle fibre del tessuto del tuo capo. Un altro consiglio utile è trattare la macchia il prima possibile. Una macchia fresca sarà più facile da eliminare rispetto a una già secca. Fai inoltre attenzione a proteggere il piano su cui lavori mentre tratti la macchia, in modo da lavorare sempre su una superficie pulita.

È possibile eliminare macchie dai vestiti usando prodotti facilmente reperibili in casa

Trucchi e segreti per eliminare diversi tipi di macchie con metodi casalinghi

Esistono macchie di tutti i tipi, e di conseguenza anche molti metodi diversi per eliminarle dai tessuti. Per le fibre più resistenti come il cotone spesso bastano i vecchi rimedi casalinghi che conosciamo tutti, come applicare uno shampoo a secco, del talco, un po’ di aceto bianco o di dentifricio. Bisogna però sapere quale prodotto è il più efficace a seconda del tipo di macchia. Nelle sezioni qui di seguito prenderemo in esame cinque tra i tipi di macchie più frequenti e ti daremo alcuni consigli su quali prodotti utilizzare per eliminarle.

Ricorda però: prima di usare qualsiasi prodotto, anche quelli specifici anti-macchia che si trovano al supermercato, fai una prova sul tessuto che vuoi pulire, in modo da verificare che il prodotto non danneggi il colore o la fibra dell’indumento. In particolare, controlla sempre prima di utilizzare prodotti a base acida su tessuti colorati o delicati. Puoi provare per esempio ad applicare il prodotto in un punto che non sia visibile quando il capo è indossato. Se il colore e il tessuto non presentano alterazioni dopo la prova, puoi procedere senza ulteriori preoccupazioni con il trattamento della macchia da eliminare. Se invece noti una perdita di colore o un cambiamento nella qualità del tessuto, è meglio rivolgersi ad un servizio di lavanderia e lasciare che eliminino loro la macchia.

Togliere le macchie di sangue

Le macchie di sangue sono le più frequenti tra le macchie difficili. Prima di procedere con il lavaggio di una macchia di sangue fresca, è consigliabile pretrattarla. Lascia semplicemente il capo immerso in acqua fredda per circa mezz’ora e strizzalo leggermente alla fine. Dopo questo primo trattamento, la macchia dovrebbe già essere in gran parte scomparsa. Metti il capo in lavatrice e lavalo normalmente. Le macchie di sangue già secche sono più difficili da eliminare, ma è possibile toglierle in maniera altrettanto efficace. Anche in questo caso ti consigliamo innanzitutto di mettere il capo in ammollo in una vaschetta di acqua fredda e poi di strizzarlo leggermente. Strofina la macchia delicatamente usando un composto creato impastando del sale con un po’ d’acqua, in modo che il composto penetri nelle fibre del tessuto. Lascia agire il sale per alcuni minuti, sciacqua il punto con acqua fredda e metti il capo in lavatrice normalmente.

 

Togliere le macchie di vino rosso

Un metodo ben conosciuto e velocissimo per eliminare le macchie di vino rosso fresche è lavarle con dell’acqua fredda. Per prima cosa tampona la macchia per asciugarla e passala accuratamente sotto un getto di acqua fredda. Puoi anche usare dell’acqua gassata. Strofina delicatamente la macchia, in modo da impedire al pigmento del vino rosso di fissarsi nel tessuto. Dopodiché lava il capo come di consueto.

Un’altra soluzione è usare del sale. Per questo metodo versa del sale sulla macchia in modo da coprirla completamente. Il sale assorbirà la macchia di vino e dopo potrai lavare il capo normalmente in lavatrice.[1] Se la macchia di vino si trova su tessuti delicati come la seta o il cachemire, è meglio usare uno shampoo a secco. Spruzzalo sulla macchia in modo da coprirla, aspetta che lo shampoo a secco abbia assorbito la macchia, e spazzola via con cura l’eccesso.

Eliminare macchie di vino già secche è invece più complicato, ma non impossibile. Riempi una vaschetta con dell’acqua fredda e aggiungi un cucchiaio di detersivo in polvere o di detersivo per piatti. Lascia in ammollo per circa un’ora. Fai penetrare la soluzione nelle fibre del tessuto strofinando la macchia leggermente o utilizzando una spazzola. Risciacqua tutto con dell’acqua fredda e infine metti il capo in lavatrice. Questo metodo è efficace anche contro le macchie di carota, pomodoro e ketchup.

 

Togliere le macchie di erba

Per eliminare le macchie di erba dai tuoi vestiti, procurati del dentifricio sbiancante al mentolo. Questo metodo è adatto per tutti i tessuti chiari, dalle magliette bianche ai jeans chiari. Strofina il dentifricio sulla macchia, lascia agire per circa un’ora e risciacqua accuratamente con acqua calda. Se le macchie sono già secche o se si tratta di tessuti scuri, ti consigliamo di pretrattare con dell’alcol o con del succo di limone.[2]

Eliminare le macchie di erba

 

Togliere le macchie di grasso

Il grasso penetra molto velocemente nelle fibre e nei tessuti, per questo è necessario trattare la macchia il più velocemente possibile. Le macchie di grasso che già si sono seccate sono molto difficili da togliere efficacemente con rimedi casalinghi, perciò in questi casi è meglio portare il capo a far lavare in lavanderia. Se la macchia è fresca, però, non avrai problemi ad eliminarla da solo. La prima cosa da fare è rimuovere quanto più grasso possibile dall’area interessata usando una salvietta assorbente da cucina. Versa poi un cucchiaio di detersivo in una vaschetta con dell’acqua calda e lava via la macchia di grasso. Puoi usare anche del detersivo per piatti. Infine, lava il capo in lavatrice, preferibilmente ad alta temperatura (ma fai attenzione che le istruzioni sull’etichetta non indichino di evitare le alte temperature).

Se la macchia si trova su un capo di tessuto delicato, puoi usare anche del talco o della carta assorbente per asciugare la macchia. Per la seta puoi provare ad applicare della benzina per smacchiare. In questo caso però fai sempre prima una prova in un punto del capo non visibile, per verificare di non danneggiare il tessuto, e fai attenzione ai possibili aloni che possono rimanere dopo aver trattato la macchia.

 

Togliere la gomma da masticare dai tessuti

Eliminare la gomma da masticare dai vestiti è un gioco da ragazzi. Bastano infatti un sacchetto di plastica e un congelatore. Metti l’indumento nel sacchetto e lascialo nel congelatore per una notte. Il giorno dopo dovrai semplicemente grattare via la gomma da masticare. I piccoli residui che rimangono intrappolati nel tessuto dopo questo procedimento possono essere eliminati con dell’alcol o con della benzina per smacchiare, che puoi applicare e strofinare leggermente sulla macchia utilizzando un panno.

 

Liberarsi degli odori indesiderati sui vestiti

A volte può capitare che anche il bucato appena fatto abbia un cattivo odore. Il semplice lavaggio in lavatrice non elimina infatti tutti gli odori indesiderati, e alcuni tipi di macchie lasciano un odore sgradevole anche dopo essere state eliminate. Che si tratti di odore di sudore, fumo o anche muffa, ci sono alcuni odori che richiedono metodi specifici per essere eliminati e avere di nuovo un bucato profumato e che odori di pulito.

Un bucato che profuma di pulito senza odori indesiderati

Eliminare l’odore di sudore

Uno degli odori indesiderati più comuni che tende a rimanere anche dopo il lavaggio è l’odore di sudore. Dato che ha origine da depositi di origine batterica, spesso il problema non si risolve nemmeno con l’uso di un deodorante. Anzi, può succedere che il deodorante stesso renda l’odore ancora più forte. Per eliminare i batteri e far sparire l’odore la soluzione migliore è usare dell’aceto. Riempi una vaschetta abbastanza grande con dell’acqua calda, aggiungi un bicchiere di aceto bianco e immergi il capo. Lascialo in ammollo per circa un’ora, così da uccidere tutti i batteri. Dopodiché puoi mettere il capo in lavatrice come di consueto.[3] Questo metodo è perfetto in particolare per i vestiti di colore scuro.

Se invece vuoi trattare un capo di colore chiaro, ti consigliamo di usare dell’acido citrico, che ha anch’esso una funzione antibatterica. Per ottenere la soluzione ideale mischia in una vaschetta un litro di acqua calda con dell’acido citrico e mettici in ammollo il capo. Alla fine, lava normalmente in lavatrice. L’acido citrico schiarisce inoltre gli aloni giallastri che il deodorante a volte può lasciare sui tessuti chiari.

Eliminare l’odore di fumo

Il fumo è, oltre al sudore, la causa più frequente di odori sgradevoli che persistono anche dopo aver fatto il bucato. Per eliminarlo dai vestiti, ti suggeriamo di appendere l’indumento all’aperto, in modo che prenda aria, e di farlo rimanere fuori preferibilmente per una notte. Un altro metodo è mettere il capo nel congelatore, perché il freddo distrugge i batteri

 

Togliere l’odore di muffa dai tessuti

Anche panni appena lavati possono lasciare uno sgradevole odore di muffa nell’armadio. Le cause possono essere diverse. È possibile, per esempio, che i vestiti non si siano asciugati del tutto, oppure che l’odore venga direttamente dalla lavatrice. Per evitare questi spiacevoli odori, fai sempre attenzione che i panni siano completamente asciutti prima di riporli e pulisci la lavatrice regolarmente. Ricordati, ad esempio, di tenere pulite le guarnizioni in gomma ai bordi del cestello, per eliminare eventuali residui di fibre o di detersivo. Se però l’odore dovesse persistere, la causa più probabile sono i batteri che si sono annidati nelle fibre del tessuto. In questi casi è necessario usare prodotti specifici per l’igienizzazione e la disinfezione del bucato, in modo da eliminare tutti i batteri.

Conclusioni – Eliminare le macchie e i cattivi odori dai vestiti usando prodotti casalinghi

Una macchia non deve necessariamente significare la fine per i tuoi vestiti. Oltre alla possibilità di rivolgerti a servizi di lavanderia professionali, esistono numerosi prodotti facilmente reperibili in casa che possono essere una soluzione ideale e affidabile per eliminare le macchie più comuni come sangue, vino rosso, gomma da masticare ed erba. Prendi però sempre i dovuti accorgimenti quando pretratti una macchia e fai attenzione a non danneggiare i tuoi capi. Non tutti i tipi di tessuto, infatti, possono essere trattati con metodi casalinghi. Lo stesso vale per i cattivi odori sui vestiti. Se l’indumento è fatto di un materiale delicato, è sempre consigliabile rivolgersi a una lavanderia, prima di correre il rischio di danneggiare le fibre del tuo capo preferito.