Il mio primo appartamento – Consigli per andare a vivere da soli

Uscire di casa per andare a vivere da soli è un passo importante della vita di molti giovani. Avere casa propria lontano dal nido dei genitori equivale infatti a molto più di possedere quattro nuove mura: vivere da soli simboleggia l’acquisizione di un nuovo status sociale e, con questo, l’inizio di una nuova fase d’indipendenza e autonomia. Se finalmente il grande giorno è arrivato anche per te, ricorda di non sottovalutare l’importanza di una preparazione accurata e meticolosa. Questa ti permetterà di inaugurare questo capitolo della tua vita senza intoppi e/o troppe preoccupazioni. Dalla ricerca dell’appartamento, all’organizzazione del trasloco, fino alla verifica del contratto di locazione – in questa guida abbiamo raccolto un paio di consigli e tanti suggerimenti utili che ti aiuteranno ad organizzare al meglio il trasloco nel tuo primo appartamento.

Il mio primo appartamento – Quando è il momento giusto?

È difficile definire con certezza quando sia il momento ideale per trasferirsi per la prima volta in un nuovo appartamento. La risposta a questa domanda varia da persona a persona, dato che questa importante decisione è influenzata da diversi fattori. Qual è la città in cui inizierai il tuo nuovo percorso di studi, il tuo nuovo lavoro o il tuo nuovo progetto di vita? In che modo finanzierai le spese della tua nuova casa? Hai delle esigenze o delle preferenze particolari?

In ogni caso andare a vivere da soli ha tanti vantaggi, che sia in una casa di proprietà, in un appartamento in affitto condiviso o in uno studentato:

  • Sei più indipendente e autonomo
  • Impari ad essere ordinato e a provvedere a te stesso
  • Puoi strutturare da solo i tuoi compiti
  • Alleni le tue abilità organizzative
  • Hai i tuoi spazi e puoi impostare le tue giornate come meglio credi
  • Hai più privacy
  • Puoi assumerti maggiori responsabilità

Oltre alle preferenze personali, anche la situazione finanziare gioca un ruolo fondamentale nella decisione di trasferirsi in un nuovo appartamento. Gli studenti universitari e chi frequenta un master post-laurea hanno a disposizione un’ampia gamma di sussidi e agevolazioni finanziare, volte a sostenerli economicamente durante tutto il periodo della loro formazione.

Se stai andando a vivere da solo devi, comunque, considerare i seguenti costi[1]:

  • Affitto (e spese condominiali)
  • Bollette di luce, acqua, gas e riscaldamento
  • Spese di telefonia e internet
  • Costi per la spesa alimentare e per il tenore di vita
  • Spese auto o abbonamento mezzi
  • Eventuali spese di manutenzione della casa (elettrodomestici, caldaia, ecc.)
  • Eventuali spese di agenzia (se ti sei affidato ad un’agenzia immobiliare)
  • Spese iniziali per la cauzione, il trasloco, l’acquisto dei mobili ed eventuali lavori di ristrutturazione
  • Assicurazione per la casa

CheckSe vuoi risparmiare sull’arredamento iniziale della tua nuova casa, puoi acquistare alcuni mobili o elettrodomestici di seconda mano, ad esempio ai mercatini dell’usato o tramite annunci online e sui social media. Prima dell’acquisto, assicurati però che mobili ed elettrodomestici siano in buono stato: controlla che le ante degli armadi si chiudano, che i piedi del tavolo siano ben fissati, ecc. I graffi e i segni di usura sono solitamente facili da sistemare[2].

CheckSe vuoi risparmiare sull’arredamento iniziale della tua nuova casa, puoi acquistare alcuni mobili o elettrodomestici di seconda mano, ad esempio ai mercatini dell’usato o tramite annunci online e sui social media. Prima dell’acquisto, assicurati però che mobili ed elettrodomestici siano in buono stato: controlla che le ante degli armadi si chiudano, che i piedi del tavolo siano ben fissati, ecc. I graffi e i segni di usura sono solitamente facili da sistemare[2].

Appartamento in affitto - Tre ragazzi parlano nella cucina del loro appartamento.

Appartamento condiviso, studentato o monolocale – Quale soluzione fa al caso tuo?

Una volta presa la decisione di andare a vivere via di casa, hai diverse possibilità a tua disposizione. Se non possiedi una casa di proprietà, puoi optare per un appartamento in affitto condiviso, un monolocale in affitto, oppure uno studentato nel caso tu sia uno studente universitario. Prima di iniziare con la ricerca della casa, prenditi quindi un po’ di tempo per riflettere sul tipo di appartamento che più si addice a te:   

  • A quanto ammonta il tuo budget mensile? Puoi permetterti di pagare un monolocale o ti conviene condividere la casa con altre persone?
  • Quanto dovrebbe distare l’appartamento dall’università, dalla scuola di formazione o dal tuo posto di lavoro?
  • Preferisci vivere da solo o avere dei coinquilini? Sei cioè alla ricerca di compagni di viaggio, comunità e condivisione, oppure preferisci avere la tua pace e la tua tranquillità?
  • Come dev’essere il tuo appartamento? Di quanto confort hai bisogno?

Una raccomandazione generica sul giusto tipo di alloggio non esiste. Orientati piuttosto in base alle tue preferenze ed esigenze, al tuo budget e alla situazione del mercato immobiliare.

Di seguito trovi una panoramica su vantaggi e svantaggi delle singole tipologie di appartamento:

Tipo di alloggio Vantaggi Svantaggi
Monolocale/appartamento in affitto

+ Hai il massimo grado di autonomia e indipendenza.

+ Non devi preoccuparti dei coinquilini.

+ Hai la libertà di vivere la tua vita come meglio credi.

+ Quando hai bisogno di stare da solo o di concertarti, hai sempre la tua pace e la tua tranquillità.

- L’affitto è più alto rispetto a una stanza in appartamento condiviso o studentato.

- Devi gestirti da solo le mansioni quotidiane (riordinare, lavare, cucinare, ecc.).

- Se sei nuovo in città, può essere più difficile stringere contatti e nuove amicizie.

Appartamento in condivisione

+ Tutti i coinquilini contribuiscono alle spese dell’affitto e delle utenze.

+ Le mansioni domestiche, come cucinare, pulire e fare la spesa possono essere suddivise tra più persone.

+ C’è il continuo ricambio di visi e caratteri, in barba alla noia.

+ È più facile stabilire contatti e trovare dei nuovi amici.

- Le abitudini diverse dei coinquilini possono essere fonte di confitti.

- Tutti i compiti devono essere concordati e distribuiti equamente.

- La convivenza richiede una maggiore considerazione delle abitudini e delle necessità degli altri.

Studentato

+ Le camere di una residenza universitaria sono generalmente il tipo di alloggio più economico.

+ Di solito vicino all’università o alla scuola di formazione.

+ Le stanze sono solitamente (parzialmente) ammobiliate.

+ Gli studentati facilitano il contatto con gli altri studenti.

- Le residenze universitarie hanno spesso delle scadenze, legate ad esempio al periodo “in corso” dell’università.

- L’accesso non è garantito a tutti gli studenti, poiché bisogna soddisfare dei requisiti di reddito e di merito.

AttenzioneSe stai per iniziare l’università, comincia subito, anche prima dell’iscrizione, con la ricerca dell’alloggio, sia che si tratti di un appartamento oppure di una stanza in affitto. Soprattutto nelle città delle università più popolari, i posti vanno subito a ruba. Se invece vuoi fare domanda per uno studentato, devi essere già iscritto all‘università.

AttenzioneSe stai per iniziare l’università, comincia subito, anche prima dell’iscrizione, con la ricerca dell’alloggio, sia che si tratti di un appartamento oppure di una stanza in affitto. Soprattutto nelle città delle università più popolari, i posti vanno subito a ruba. Se invece vuoi fare domanda per uno studentato, devi essere già iscritto all‘università.

Tutti gli articoli della nostra guida

Cercare casa - Una giovane coppia visita un appartamento

Consigli per cercare casa e visitare il nuovo appartamento

Per tante persone, l’aspetto del proprio appartamento ideale o della casa dei propri sogni è già ben chiaro nella mente. Il primo appartamento non deve di certo essere perfetto, ma deve soddisfare per lo meno le esigenze di base riguardo a dimensioni, posizione geografica e arredamento. Prima di iniziare con la ricerca, assicurati di pianificare accuratamente il tuo budget e le tue spese. In questo articolo ti indichiamo i criteri da considerare per la ricerca dell’appartamento, così come una serie di informazioni utili e di domande da porti per arrivare preparato alla visita del tuo nuovo appartamento.

Cercare casa - Una giovane coppia visita un appartamento
Traslocare nella nuova casa - Una ragazza abbraccia il compagno dopo la consegna delle chiavi.

Contratto di locazione e consegna dell’appartamento: cosa c’è da sapere

Trasferirsi in un nuovo appartamento per la prima volta significa, spesso, anche trovarsi davanti ad un contratto di affitto per la prima volta. Nel migliore dei casi, il contratto di affitto contiene già tutte le informazioni importanti sul tuo futuro rapporto di locazione, sulle quali puoi fare affidamento in ogni momento, come ad esempio l’importo mensile dell’affitto o le dimensioni dell’appartamento. Per non incorrere in conflitti e problemi, è buona abitudine leggere con attenzione tutte le clausole del contratto di locazione. In questo articolo puoi trovare una panoramica sui contenuti necessari che un contratto di locazione serio deve avere e sulle clausole non valide che non sei tenuto ad accettare.

Per non farti sfuggire dettagli importanti al momento della consegna delle chiavi, scarica la nostra comoda checklist per la consegna dell’appartamento.

CuriositàCome inquilino hai molti diritti, ma anche alcuni obblighi da rispettare. Oltre a pagare puntualmente l’affitto e nelle modalità previste dal contratto, sei tenuto a chiedere il permesso al locatore tutte le volte che vuoi apportare modifiche all’appartamento. Infatti, puoi chiedere il rimborso delle spese sostenute per i miglioramenti, solo se hai chiesto e ottenuto preventivamente il suo consenso.[3]

CuriositàCome inquilino hai molti diritti, ma anche alcuni obblighi da rispettare. Oltre a pagare puntualmente l’affitto e nelle modalità previste dal contratto, sei tenuto a chiedere il permesso al locatore tutte le volte che vuoi apportare modifiche all’appartamento. Infatti, puoi chiedere il rimborso delle spese sostenute per i miglioramenti, solo se hai chiesto e ottenuto preventivamente il suo consenso.[3]

Trasloco consigli - Una coppia smista la roba e fa i pacchi per il trasloco.

Sgomberare casa e preparare gli scatoloni

Se ti stai per trasferire nel tuo primo appartamento, quasi certamente dovrai acquistare dei nuovi mobili, degli elettrodomestici da cucina e altri oggetti di uso quotidiano. Per quanto riguarda libri, vestiti e cianfrusaglie accumulati nel corso degli anni, invece si sa: quelli non mancano mai. Il trasloco è un’ottima occasione per fare una cernita delle cose che vuoi assolutamente tenere e di cui avrai bisogno, e di quelle che non ti piacciono o che non ti servono più che puoi mettere da parte (e risparmiare così spazio nel furgone del trasloco). In questo articolo ti diamo alcuni consigli su come sgomberare casa al meglio e decidere cosa fare delle cose che non ti servono. Inoltre, ti sveliamo a cosa prestare attenzione durante la preparazione dei pacchi.

Il nostro pdf sulla pianificazione del trasloco riassume in un colpo d’occhio gli aspetti più importanti della preparazione, i consigli per l’imballaggio e ti offre una pratica checklist per l’arredamento iniziale.

Trasloco consigli - Una coppia smista la roba e fa i pacchi per il trasloco.
Traslocare in un nuovo appartamento - Una ragazza calcola le spese.

Agevolazioni e finanziamenti per giovani affittuari

Indipendenza e sicurezza finanziaria vanno di pari passo. Se stai per lasciare la casa dei tuoi genitori, a seconda della situazione in cui ti trovi hai a disposizione un ampio ventaglio di agevolazioni e sovvenzioni che possono aiutarti a sostenere economicamente il tuo primo appartamento. Queste sono state pensate appositamente per giovani studenti e famiglie a basso reddito, per non lasciare indietro nessuno nella strada dell’indipendenza e nel finanziamento di un alloggio. Borse di studio statali, prestiti agevolati per studenti o detrazioni fiscali sull’affitto – leggi l’articolo per avere una panoramica di tutte le possibilità a disposizione e per sapere quali finanziamenti fanno al caso tuo.

Organizzare il trasloco – Fare i pacchi e chiedere aiuto ad amici e parenti.

Organizzare un trasloco – Burocrazia e scadenze

Trasferirsi per la prima volta nel proprio appartamento inaugura una nuova ed emozionante fase della tua vita, impregnata di libertà e indipendenza. Ogni trasloco comporta, tuttavia, anche una serie di formalità burocratiche e con ciò qualche immersione nell’amato mare delle “scartoffie” burocratiche. L’attivazione della linea telefonica e di internet, le bollette di luce, gas & Co., i nuovi contratti di locazione e non solo: questi sono solo alcuni degli aspetti che devi mettere in conto nel momento in cui vai a vivere da solo. Ma non scoraggiarti! Con un’attenta pianificazione e tanto sano entusiasmo, pianificare il tuo trasloco sarà un’esperienza divertente e positiva. In questo articolo ti elenchiamo i punti a cui devi prestare attenzione prima, durante e dopo il trasloco. 

Organizzare il trasloco – Fare i pacchi e chiedere aiuto ad amici e parenti.

Riferimenti bibliografici:

[1]https://www.affarimiei.biz/risparmio-casa/vivere-da-soli
(consultato in data 14.10.2020)

[2]https://www.tuttogreen.it/arredamento-usato-idee-trovarlo/
(consultato in data 14.10.2020)

[3]https://www.padronidicasa.it/diritti-doveri-del-conduttore-o-inquilino.htm
(consultato in data 14.10.2020)

Immagini tratte da:

iStock.com/BartekSzewczyk

iStock.com/sturti

iStock.com/archigram

iStock.com/Group4 Studio

iStock.com/SolisImages

iStock.com/BartekSzewczyk

iStock.com/Geber86