shop.global.1
bellissime aree per lo sci di fondo in italia iStock.com/VLIET

Dove praticare sci di fondo in Italia – 8 destinazioni imperdibili

L’Italia è considerata uno dei paradisi dello sci nordico. Un po’ ovunque, lungo lo Stivale, è possibile praticare questa disciplina sportiva, scelta ogni anno da 1,8 milioni di italiani tra i 18 e i 65 anni.[1] Lo sci di fondo è un’attività aerobica, ideale per tenersi in forma e riattivare la circolazione cardiovascolare. È uno sport completo che permette di godere a pieno dei paesaggi innevati e della natura incontaminata.[2] Può essere praticato da tutti e richiede un investimento economico decisamente inferiore rispetto allo sci alpino o ad altre attività sulla neve. L’attrezzatura per lo sci di fondo può anche essere noleggiata per pochi euro al giorno. Qui trovi le nostre 8 località preferite. Scopri cosa le rende uniche e inizia a programmare la tua prossima settimana bianca!

Etna - Catania

La Sicilia è per tutti sinonimo di vacanze estive, temperature tropicali e spiagge paradisiache. Ma è anche una meta ideale per le vacanze invernali: le pendici dell’Etna sono infatti diventate un must per chi pratica sci nordico. La mancanza di alberi e di vegetazione a fusto lungo crea un’atmosfera unica, quasi lunare, e il panorama che permette di scorgere il golfo di Catania è un’esperienza da provare, almeno una volta nella vita. Nella parte sud si trova la località di Piano Vetore: 10 km di pista composta da due anelli, uno dedicato ai principianti e uno dedicato a chi invece ha già esperienza con la disciplina. Dalla prima località è possibile proseguire, anche con gli scii, e raggiungere una seconda pista, a San Giovanni Gualberto. Il tracciato è lungo circa 5 km e ha un livello di difficoltà medio-alto. Questa località è la scelta ideale per gli amanti della natura, che si troveranno immersi nel meraviglioso giardino botanico.

Paesaggi innevati sull’Etna © etnasci.it

Altitudine
Etna Sud - 1910-2620 m.s.l.m.

Stagione
da Natale a Pasqua

Lunghezza totale delle piste
11 km

Nr. piste
5

Prezzo
skipass giornaliero – 30 €

Sito web 
http://www.etnasci.it/

Ponte di Legno – Tonale

Il massiccio montuoso dell‘Adamello si estende tra le provincie di Brescia e Trento e offre svariate località in cui praticare lo sci di fondo. ll comprensorio di Vermiglio è sicuramente la meta più adatta agli appassionati di questa disciplina. In Alta Val di Sole si trovano poco più di 20 km di piste immerse in un paesaggio naturale incontaminato e lontano dalla vita frenetica di tutti i giorni. Il centro di Vermiglio ha piste di ogni livello, una scuola di sci e un centro ben fornito in cui affittare sci e attrezzature. Spostandosi verso la Val Sozzine, si trovano tre anelli collegati tra di loro e caratterizzati da tre differenti livelli di difficoltà: turistico, intermedio ed esperti. Il percorso permette di costeggiare il fiume e di addentrarsi nel bosco, in un’atmosfera davvero suggestiva. Per chi vuole provare qualcosa di ancora più unico e speciale, la Pista Valbione rimane aperta per lo sci notturno, il mercoledì e il sabato, fino alle 22.50.

Altitudine
dai 1180 ai 1500 m.s.l.m.

Stagione
dal 27 ottobre al 5 maggio

Lunghezza totale delle piste
38,5 km

Nr. piste
3

Prezzo
3 ore per 35 €
giornaliero a partire da 37 €
sconti per ragazzi e bambini

Sito web
http://www.pontedilegnotonale.com

Livigno

Incastonata tra l’Engadina e la Valtellina, Livigno è una meta nota e amata dagli appassionati degli sci stretti: 30 km di pista, con percorsi facili o tecnici, che si snodano in una meravigliosa vallata baciata perennemente dal sole. Le piste mettono a disposizione svariati punti di accesso, che rendono i tracciati facilmente raggiungibili dai turisti. Grazie all’innovativa tecnica dello snowfarm, che permette di conservare la neve accumulatasi in inverno, la stagione inizia già a metà ottobre: la pista agonistica “Marianna Longa” ha infatti aperto le porte ai suoi visitatori il 13 ottobre. Le piste per lo sci di fondo vengono continuamente pulite e battute, assicurando il massimo della sicurezza. Per gli amanti dello sport, c’è anche la possibilità di praticare biathlon, mentre chi vuole prendersi una pausa può approfittare dei 250 negozi che rendono la città un meraviglioso centro per lo shopping a cielo aperto. Se invece vuoi metterti alla prova, perché non partecipare all’annuale gara della Sgambeda?

Due sciatori impegnati in un tracciato da fondo © APT Livigno

Altitudine
1816 m.s.l.m.

Stagione
dal 13 ottobre al 1° maggio

Lunghezza totale delle piste
30 km

Nr. piste
un’unica pista continua, con 10 km di pista tecnica

Prezzo
in via di definizione

Sito web
https://www.livigno.eu/

Il Tarvisiano

La zona del Tarvisiano è un luogo in cui la cultura e le tradizioni austriache, slovene e italiane si incontrano e si mescolano in un paesaggio naturale da togliere il fiato. 60 km di piste immerse in un paesaggio suggestivo, con tracciati che attraversano boschi e radure, adatti ad ogni tipo di preparazione. La Val Saisera offre probabilmente gli scorci naturalistici più interessanti, con due percorsi di media difficoltà, uno in Bassa Saisera, ad un’altitudine compresa tra gli 843 m e i 931 m, e un secondo in Alta Saisera, che arriva fino ai 1036 m di altezza. Sono comunque diverse le piste a fondovalle dedicate allo sci nordico: nella Piana del Priesnig si trova un tracciato di 7,5 km riservato ai più esperti; se invece non padroneggi ancora bene la disciplina, l’anello di Piana di Camporosso offre un percorso di 4 km più facile.

Altitudine
tra 780 e 1840 m. s.l.m.

Stagione
dal 1° dicembre al 31 marzo

Lunghezza totale delle piste
60 km

Nr. piste
9

Prezzo
giornaliero 6 €,
bambini fino ai 10 anni gratis

Sito web
http://www.turismofvg.it

Dobbiaco

Il comprensorio sciistico di Dobbiaco è uno dei più estesi d’Europa. Le piste dedicate allo sci di fondo, famose per aver ospitato diverse gare di Coppa del Mondo, sono lunghe 120 km. Lo Stadio Nordic Arena non è solo il punto di partenza dei vari percorsi, ma anche l’occasione ideale per i principianti che vogliono fare un po’ di pratica prima di lanciarsi sulle piste vere e proprie. Il comprensorio è in continua crescita e ogni anno vengono ampliati o realizzati nuovi percorsi, con maggiori collegamenti e facilitazioni. La novità di quest’anno è il tracciato della pista Nathalie, pensato appositamente per chi è alla ricerca di una nuova sfida e vuole mettersi alla prova con salite e discese da veri professionisti. Tutte le piste sono a norma FIS e nella Val di Landro potrai ammirare il paesaggio maestoso delle Tre Cime di Lavaredo, dichiarate patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. La zona di Dobbiaco è collegata all’Alta Val Pusteria, per un totale di 200 km di piste.

Altitudine
tra 1.130 m e 2.200 m. s.l.m. (regione 3 Cime Dolomiti)

Stagione
dal 21 dicembre al 17 marzo

Lunghezza totale delle piste
120 km (200 km nell’intera regione 3 Cime Dolomiti)

Nr. piste
10 (a Dobbiaco)

Prezzo
giornaliero 8 € al giorno
tessera settimanale 30 €

Sito web
https://www.tre-cime.info

Il comprensorio di Dobbiaco dove praticare sci nordico © Harald Wisthaler

Alpi Marittime - Cuneese

Le Alpi Marittime e il Cuneese offrono svariati comprensori sciistici per gli amanti dello sci nordico. È impossibile citare tutte le località che popolano le venti vallate di questo paradiso naturale. Tra i nostri preferiti, la località della Chiusa di Pesio: 5 piste adatte a tutti i livelli e un panorama mozzafiato sulla Punta Marguareis. La partenza si trova invece ai piedi dell’antica Certosa, fondata nel 1173 e visitabile anche nel periodo invernale. Il Centro di Sci Nordico Gelas di Entracque ha 35 km di piste, con anelli di diversa lunghezza e livello, da quelli più corti per i principianti fino a quelli più impegnativi, con un percorso di 10 km da affrontare solo se si è in perfetta forma fisica. Se oltre allo sport vuoi scoprire anche la cultura gastronomica del luogo, ti consigliamo la località di Castelmango: un breve percorso di 5 km si snoda nell’alta valle Grana, luogo di origine del celebre formaggio. La Valle Stura è una meta ideale per gli studenti senza auto, che possono approfittare del servizio messo a disposizione dai minibus, e per gli sciatori diversamente abili, grazie a piste e servizi predisposti per persone con mobilità ridotta.

Sci di fondo a Entracque © Archivio ATL del Cuneese

Altitudine
700 e 1.100 m.s.l.m. (Pesio)

Stagione
da dicembre a marzo

Lunghezza totale delle piste
286 km

Nr. piste
13

Prezzo
giornaliero 7 € (Entracque)

Sito web
http://www.cuneoholiday.com/

Cogne

Cogne, la porta di accesso al Parco Nazionale del Gran Paradiso, merita decisamente il suo appellativo di regina delle località italiane per lo sci di fondo. Con i suoi 80 km di piste e i 12 anelli per esperti e principianti alle prime armi, è una delle mete più amate e ricercate d’Europa. Le piste iniziano a Cogne, nelle frazioni di Cretaz, Epinel, Valnontey e Lillaz, e sono collegate tra di loro da anelli di differenti lunghezze e gradi di difficoltà. Il paesaggio incontaminato, popolato da torrenti e ponticelli, tutti da scoprire nel meraviglioso bosco centenario, permette di immergersi completamente nella natura. La ciliegina sulla torta? Cogne fa parte delle 100 top green destination ed è attiva nella promozione di un turismo ecosostenibile, socialmente responsabile e attento alle tematiche ambientali. Il 2019 è anche l’occasione per assistere alla Coppa del Mondo di Sci di Fondo, che ritorna a far tappa a Cogne il 16 e 17 febbraio.

Altitudine
1544 m.s.l.m.

Stagione
da dicembre a marzo

Lunghezza totale delle piste
80 km

Nr. piste
12 anelli

Prezzo
giornaliero 8 €
bambini sotto i 6 anni gratis
sconti e riduzioni a partire da due giorni, abbonamenti settimanali e stagionali

Sito web 
https://www.cogneturismo.it

Sci di fondo a Cogne © Consorzio Operatori Turistici della Valle di Cogne

I Monti Sibillini

Il massiccio montuoso dell’Appennino umbro-marchigiano è ricco di località incantate dove praticare lo sci nordico. Si tratta per lo più di piccoli comprensori, ma se sei alla ricerca di un luogo naturale ancora incontaminato e lontano dal turismo di massa, hai trovato quello che fa per te. La varietà di flora e fauna del Parco Nazionale dei Monti Sibillini rende i tracciati per lo sci di fondo tra i più suggestivi dello Stivale. Sono diverse le mete tra cui scegliere: il Centro Fondo Sibillini, con i suoi 25 km di piste, è uno dei più grandi del centro/sud Italia. Tutte le piste sono ad accesso gratuito e si suddividono in anelli e collegamenti di brevi distanze, che non superano mai i 3 km. Anche la località di Pintura di Bolognola, incastonata nell’alta Valle del Fiastrone, offre percorsi per tutti i livelli, con tre anelli: Garulla, Campo Scuola e Madonnina, per un totale di 8 km.

Altitudine
tra 1280 a 1695 m. s.l.m.

Stagione
da Natale a Pasqua

Lunghezza totale delle piste
25 km (Norcia) + 8 km (Pintura di Bolognola)

Nr. Piste
2 anelli a Norcia e 1 anello a Pintura di Bolognola

Prezzo
giornaliero 18 € (Pintura di Bolognola)

Sito web
https://www.bolognolaski.it/

L’Italia offre agli amanti dello sci di fondo un’infinita varietà di piste e percorsi. In questo articolo ti abbiamo indicato quelle che, secondo noi, rappresentano le mete ideali dove praticare questo sport, godendo al meglio di paesaggi e panorami di montagna straordinari. Una vasta gamma di attività all'aperto e di benessere renderà la tua vacanza un’esperienza unica e indimenticabile. La natura incontaminata della montagna, il suggestivo manto di neve, tracciati splendenti baciati dal sole… le località italiane dello sci nordico ti aspettano!

* Ultimo aggiornamento: dicembre 2018. I prezzi e le informazioni riguardanti l’inizio della stagione possono variare. Per accertarsi degli ultimi aggiornamenti, visitare i siti web delle relative località.