Rumori della natura: una bambina siede lungo la riva di un fiume e ascolta l’acqua scorrere.

Scoprire i suoni della natura con i bambini: giochi di ascolto e idee DIY

Per molte persone la natura rappresenta un vero e proprio rifugio e un’oasi di pace lontano dai rumori della vita quotidiana. Per i bambini, che sin dalla tenera età sono inondati ogni giorno da numerosissimi stimoli visivi e uditivi, le esperienze a contatto con la natura rappresentano un importante momento di riequilibrio. Oltre a questi momenti mirati al rallentamento dei ritmi frenetici della quotidianità, la natura e i suoi rumori forniscono l’opportunità di affinare l’udito, aumentare la concentrazione e allenare la pazienza. Leggi questo articolo per scoprire come rendere la tua prossima escursione insieme al tuo bambino un viaggio emozionante nei suoni della natura e come allenare l’udito anche a casa con l’uso di materiali reperibili nel bosco.

Affinare l’udito nella natura: giochi di ascolto

Per creare le condizioni giuste per un magnifico viaggio alla scoperta dei sensi e permettere al tuo bambino di affinare il suo udito, nella maggior parte dei casi non è necessaria alcuna o pochissima preparazione. Potrai quindi sfidare e allenare l’udito del tuo piccolo molto facilmente. Concentrarsi sui suoni a cui in genere non prestiamo attenzione aumenta il senso di relax e permette di vivere esperienze più intense a contatto con la natura.

Un concerto nel bosco

Il gioco “Un concerto nel bosco” è particolarmente adatto per allenare la concentrazione e l’attenzione dei bambini più piccoli. Per questo gioco, ti basta scegliere un luogo all’aperto dove ci sono suoni interessanti da scoprire e dove ci si può davvero rilassare. Sedetevi quindi su una panchina o stendetevi su una coperta da picnic e chiudete gli occhi. Cosa sentite? Il vento tra le cime degli alberi, il gorgoglio dell’acqua, un picchio o forse i passi di altri escursionisti? Lascia poi che il tuo bambino ti descriva tutto ciò che sente in modo accurato. Durante la vostra gita, provate ad indovinare quanti più suoni diversi possibili.  

In alternativa, potete anche organizzare una caccia al tesoro sonora. Stabilite una meta e decidete in anticipo cosa cercare, per esempio tre cinguettii diversi, due gorgoglii da fonti differenti di acqua o quattro diversi rumori della natura, come il fruscio delle foglie mosse dal vento, il canto degli uccelli, lo scricchiolio dei sassi, il crepitio delle foglie secche. Per rendere la caccia al tesoro ancora più appassionante, usate a turno anche gli altri sensi: che profumo hanno la foresta, il prato e il fiume? Quali piante e animali puoi osservare nella natura?

CheckPer percepire e descrivere i suoni della foresta è necessaria tanta pazienza. Puoi quindi includere delle piccole sfide per rendere il gioco più accattivante ed entusiasmante. Per esempio: la prima persona che sente e descrive cinque suoni diversi vince. Il premio può essere un piccolo e sano dolcetto o semplicemente la possibilità di scatenarsi in libertà come ricompensa per la perseveranza.

CheckPer percepire e descrivere i suoni della foresta è necessaria tanta pazienza. Puoi quindi includere delle piccole sfide per rendere il gioco più accattivante ed entusiasmante. Per esempio: la prima persona che sente e descrive cinque suoni diversi vince. Il premio può essere un piccolo e sano dolcetto o semplicemente la possibilità di scatenarsi in libertà come ricompensa per la perseveranza.

Riconoscere il canto degli uccelli

Per i bambini più grandi, si può rendere il gioco “Un concerto nella foresta” un po’ più difficile: invece di ascoltare i suoni della foresta, potete provare a riconoscere e identificare il canto degli uccelli. Con un po’ di pratica, distinguere il cinguettio degli uccelli sarà sempre più facile.

SuggerimentoPer poter riconoscere i vari versi degli uccelli e identificare l’uccello corrispondente, puoi consultare una guida apposita. Per esempio, sul sito www.canti-uccelli.it puoi trovare più di 280 canti di uccelli differenti. In alternativa, ci sono anche varie applicazioni gratuite come BirdNet.

SuggerimentoPer poter riconoscere i vari versi degli uccelli e identificare l’uccello corrispondente, puoi consultare una guida apposita. Per esempio, sul sito www.canti-uccelli.it puoi trovare più di 280 canti di uccelli differenti. In alternativa, ci sono anche varie applicazioni gratuite come BirdNet.

Due bambini sono sdraiati su un prato con gli occhi chiusi e ascoltano i rumori della natura.

Drizzare le orecchie durante le escursioni notturne

Con i bambini più grandi si può organizzare un’escursioni notturna e ascoltare i suoni della foresta. Vivere la natura di notte o al crepuscolo può essere davvero un’esperienza speciale per i bambini, poiché permette loro di osservare l’ambiente che li circonda da una prospettiva completamente diversa. Per godere dei suoni notturni e ascoltare il risveglio della foresta, sarebbe meglio partire nelle prime ore del mattino. In questo modo potrete camminare nelle ultime ore di buio fino al crepuscolo e ascoltare dal vivo lo spettacolo sonoro degli uccelli nelle prime ore dell’alba. Se state programmando un’escursione notturna di questo tipo, dovreste anche andare a dormire presto.

AttenzionePrima di tutto, assicurati che l’ingresso al parco o al sentiero scelto sia ammesso anche nelle ore notturne. Decidete quindi durante il giorno il percorso della vostra escursione notturna: in questo modo sarete certi che il sentiero sia facile da percorrere anche al buio e che non ci siano radici esposte, grandi massi o altri ostacoli che bloccano la via. Il verso di un gufo o lo scricchiolio dei rami secchi calpestati creeranno un’atmosfera un po’ spettrale, rendendo l’escursione notturna un’avventura indimenticabile. Per evitare che il tuo bambino si spaventi, stagli sempre vicino e tienigli la mano.

AttenzionePrima di tutto, assicurati che l’ingresso al parco o al sentiero scelto sia ammesso anche nelle ore notturne. Decidete quindi durante il giorno il percorso della vostra escursione notturna: in questo modo sarete certi che il sentiero sia facile da percorrere anche al buio e che non ci siano radici esposte, grandi massi o altri ostacoli che bloccano la via. Il verso di un gufo o lo scricchiolio dei rami secchi calpestati creeranno un’atmosfera un po’ spettrale, rendendo l’escursione notturna un’avventura indimenticabile. Per evitare che il tuo bambino si spaventi, stagli sempre vicino e tienigli la mano.

Campane a vento fai da te e strumenti musicali DIY con i materiali naturali

Vi piacerebbe ascoltare i rumori della natura anche a casa? Per farlo, ci sono alcune idee creative molto semplici che combinano la scoperta della natura con le esperienze sonore. Fare musica utilizzando gli elementi naturali stimola inoltre la creatività del tuo bambino.

Creare strumenti musicali con materiali naturali

Durante la vostra prossima escursione, lascia che il tuo piccolo esploratore raccolga diversi oggetti che hanno un suono interessante quando colpiti l’un l’altro o percossi con un bastoncino di legno. Con i seguenti materiali potrete creare alcuni strumenti musicali in pochissimi passi:

  • Castagne, ghiande o noci
  • Sassolini
  • Bastoni di legno
  • Fogliame
  • Pigne

Potete davvero liberare la vostra creatività mentre create i vostri strumenti musicali con gli elementi raccolti in natura. Ecco qualche esempio di strumenti che potete costruire:

  • Nacchere con i gusci delle noci
  • Xilofono con bastoncini di diverse dimensioni legati insieme
  • Maracas con le pigne legate ad un ramo
Campana a vento fai da te: primo piano di uno scacciapensieri fai da te con dischetti di legno.

Costruire uno scacciapensieri fai da te con i materiali naturali

Vorreste creare uno strumento musicale fatto completamente con le vostre mani secondo i vostri gusti e che sia anche bello da vedere? Potete allora realizzare una campana a vento utilizzando ciò che avete raccolto nella foresta e sul prato.

Occorrente:

  • Legnetti o bastoncini di legno spessi
  • Spago o rafia
  • Materiali naturali, per esempio: foglie, gusci vuoti di lumache, castagne, pigne, conchiglie e sassolini

Procedimento:

  • Per prima cosa costruite l’attacco per il vostro gioco di vento. Potete prendere dei legnetti o un bastone di legno robusto e attaccarci uno spago per appenderlo. Un’altra idea un po’ più elaborata è quella di costruire una struttura di forma triangolare o quadrata con diversi pezzi di legno.
  • Legate i materiali per i pendagli con diversi pezzi di spago.
    • Avvolgete le pigne o i sassolini con dello spago per fissarli.
    • Occupati di praticare dei piccoli fori nelle conchiglie o nei gusti delle lumache, ma non lasciarlo fare al tuo bambino.
    • Potete anche segare alcuni rami per creare dei dischi e poi dipingerli con colori vivaci. Anche in questo caso, occupati tu del taglio dei rami.
  • Per fissare i pendenti all’attacco della campana a vento, lasciate un po’ di spazio all’estremità superiore dello spago.
  • Legate poi gli spaghi colorati al telaio della campana a vento a intervalli regolari. Fate attenzione che lo scacciapensieri sia ben bilanciato da una parte e dall’altra, così che rimanga dritto una volta appeso.
  • Appendete lo scacciapensieri in un posto dove possa oscillare liberamente.

Conclusioni

Stimolare i bambini a fare attenzione ai rumori e ai sussurri del bosco, non solo allena il loro udito, ma li rende anche più consapevoli di tutto ciò che li circonda. Inoltre, possono vivere momenti di pace e tranquillità, senza annoiarsi, e allenare importanti abilità come la concentrazione e la pazienza. Per un’esperienza completa, è possibile anche costruire degli strumenti musicali insieme ai bambini partendo da ciò che è reperibile nella foresta. Gli strumenti musicali fai da te realizzati con gli elementi naturali insegnano al bambino ad affinare l’udito e quanto sia importante proteggerlo dai rumori.

Riferimenti bibliografici:

https://www.trekking.it/abbigliamento-e-attrezzature/un-due-tre-stella-escursioni-notturne-al-chiaro-di-luna/
(consultato in data 20.05.2021)

https://scuolainsoffitta.com/2020/04/30/app-per-divertirsi-con-i-bambini/
(consultato in data 28.05.2021)

Immagini tratte da:

iStock.com/Sasha_Suzi

iStock.com/ridvan_celik

iStock.com/beyhanyazar