Filtro
I filtri ti aiutano, utilizza i nostri filtri e trova il tuo capo più rapidamente
Sesso
Età
Taglia EU
Colore
Prezzo
Marca
Materiale esterno
Sostenibilità
Vestibilità
Lunghezza
Fantasia
Collezione

Pantaloncini da ciclismo per arrivare primi anche in fatto di stile

Hai l'abitudine di correre in bici per diletto o per mantenerti in forma e non passa week end in cui non ti metti alla prova in sella alla tua amata compagna di viaggio? In questo caso, sicuramente ti servono un equipaggiamento e un abbigliamento adeguato, a partire dalla classica borraccia per finire con l'immancabile t-shirt tecnica, il cappellino con visiera, le scarpe sportive e con i pantaloncini da ciclismo abbinati. Per sceglierli, soprattutto se vai in mountain bike, ti conviene fare particolare attenzione al fondello, una fondamentale protezione per il coccige che aiuta ad assorbire le vibrazioni e a mantenere costante la pedalata. Questo dispositivo essenziale è costituito da gel o schiuma e va selezionato in base al genere di appartenenza, perché è specificamente pensato sia per uomo che per donna. Altre caratteristiche tecniche da valutare sono poi il tessuto con cui sono realizzati e le sue capacità traspiranti perché, durante i percorsi su sue ruote, è fondamentale che venga assicurato il massimo comfort e bisogna evitare materiali che trattengano il sudore, a favore di stoffe che asciugano in fretta e si presentano leggere e morbide. Alcune di queste specifiche, tuttavia, passano spesso in secondo piano quando si tratta di selezionare pantaloncini da ciclismo da portare al di fuori degli allenamenti, magari durante una passeggiata in città. E se questa eventualità ti sembra remota, sicuramente non conosci la nuova tendenza che vede i pantaloncini da bici attillati sotto a gonne e abiti, e in molte altre versioni, apparsi sulle passerelle e indossati dalle celebrità.

Pantaloncini ciclismo

Pantaloncini ciclismo

Hai presente la tendenza athleisure che porta i capi ginnici fuori dalla palestra per rivisitarli in chiave metropolitana? Ebbene, questo processo sta chiaramente investendo anche i pantaloncini da ciclismo che, da indumenti riservati alle corse in bici, stanno diventando nuovi classici dello stile. Per interpretare la moda, C&A ti offre tanti modelli strepitosi e di qualità, da sfoggiare con naturalezza anche se non sei un asso delle due ruote.

5 Prodotti
Seleziona la vista delle immagini
  • 1
Torna su

I pantaloncini da ciclismo e la loro nuova identità alla moda

Per completare la tua divisa da sportivo, dai un'occhiata alla nostra collezione di pantaloncini da bici e scegli tra le numerose proposte che coniugano la massima qualità dei tessuti, un'estrema cura dell'estetica e del design e, naturalmente, la nostra solita proverbiale convenienza. Perché ormai non li ferma più nessuno: i pantaloncini da ciclismo, dopo il successo ottenuto calcando le passerelle dei migliori marchi d'alta moda, sono definitivamente tornati. A provarlo, le nuove creazioni ispirate all'universo del surf, cui si aggiungono quelle lussuose da sera che, con i loro sontuosi ricami e le loro applicazioni, promettono di dare filo da torcere ai cugini più popolari: gli amatissimi e pratici leggings lunghi. A dire la verità i pantaloncini da ciclismo non rappresentano affatto una novità nel campo dell'abbigliamento sportivo. Ciò che è nuovo, però, è l'ambito di destinazione: stando a stilisti e addetti ai lavori l'utilizzo da parte degli amanti delle due ruote non è più esclusivo, né condiviso solo con gli assidui frequentatori delle palestre. Ad affiancarli e ad appoggiare la nuova tendenza, infatti, c'è già una nutrita schiera di amanti dello stile metropolitano che promettono di sortire un effetto moltiplicativo, facendo seguire al più presto il loro esempio.Insomma, a quanto pare, per essere alla moda la prossima estate non resta che far entrare i pantaloncini da ciclismo nell'armadio, magari cogliendo l'occasione per iscriversi finalmente in palestra e per frequentare uno specifico corso di spinnig o di biking. Oltre a ciò, ci sono tanti buoni motivi per abbracciare il nuovo orientamento. Per prima cosa, la convenienza di un capo alla portata di tutti, che aumenta considerevolmente se si opta per quelli economici della collezione di C&A.In secondo luogo, trasformare i pantaloncini da ciclismo nel proprio tratto distintivo significa omaggiare un'indiscussa maestra di stile. Il capo sportivo, infatti, appartiene al famoso guardaroba della principessa del Galles e il nuovo modo di indossarlo ripropone proprio lo stile di Diana, abituata a sfoggiarlo non solo nelle sedute di jogging, ma anche durante le semplici uscite dedicate alle commissioni.

Ma i vantaggi dei pantaloncini da ciclismo non si fermano qui: grazie alle specifiche guaine di cui sono dotati e alle impunture posizionate strategicamente intorno ai fianchi, il loro effetto, una volta indossati, è valorizzare la figura, assottigliandola otticamente sulle cosce e comprimendo e contenendo dove serve.D'altra parte c'è chi, all'idea di esibire i pantaloncini da bici anche lontano dalla sella e fuori dalla palestra, solleva parecchie obiezioni, soprattutto in merito agli accostamenti. Eppure, stando alle celebrità, abbinare il nuovo classico sportivo non è poi così complicato. Il segreto, secondo loro, sta tutto nel rivisitarlo in base a un'ottica precisa, optando in particolare per quella chic che alle sfilate ha visto modelli bianchi abbinati a giacche e top e creazioni color carne sotto ad abiti trasparenti, o per quella meno formale e casual, che prevede di combinare i pantaloncini da bici con felpe e sneakers.Fuori dalle passerelle questi distinti filoni interpretativi sono impersonati da dalle icone dello stile metropolitano, responsabili in buona parte della rinascita dei pantaloncini da ciclismo: se si indossano versioni effetto seconda pelle con strizzati bustier e ciabatte con la pelliccia o tacchi vertiginosi che ne aumentano la carica seduttiva, altrettanto si reinterpretano secondo la moda dei primi anni 2000, in cui impazzavano mini T-shirt e micro top, abbinati ad altrettanto accattivanti shorts di pelle effetto metallizzato. Il risultato è uno stile urbano particolarmente eccentrico ed esuberante che, tuttavia, diventa estremamente più portabile se si adottano i giusti accorgimenti. Prima di tutto, privilegiare dei semplici pantaloncini da ciclismo neri e, quindi, circondarli con studiati elementi ad hoc, come pezzi in denim dal lavaggio slavato e chiaro e dall'aspetto volutamente usurato e vissuto. Un giubbino di jeans dal taglio ampio, ad esempio, va benissimo anche per esaltare la fisicità, perché contrasta la vestibilità ultra aderente dei pantaloncini da ciclismo. E, a proposito di espedienti per esaltare la corporatura, ce ne sono infiniti e per tutte le esigenze, tanto che niente, secondo le esperte di stile, è in grado di ostacolare l'avanzata dei pantaloncini da ciclismo. Le donne più formose, ad esempio, hanno a disposizione maglie lunghe e minidress che celano esattamente dove è necessario per ristabilire il giusto equilibrio di curve e proporzioni. Un altro stratagemma è ricreare i look ricorrendo ad accessori adeguati, come le sneakers chunky che, non solo sono in linea con l'estetica vintage, ma regalano centimetri preziosi a gambe sotto ai riflettori. Insomma, i suggerimenti per far evadere i pantaloncini da ciclismo dal loro habitat naturale si sprecano e sicuramente i modaioli più incalliti non aspettano altro che coglierli. E a quelli che continuano a pensare che questo capo così dichiaratamente sportivo e minimale non si adatti alle nuove tendenze rispondiamo "È la moda, bellezza!". E, allora, buoni pantaloncini da ciclismo a tutti.