Studiare per gli esami: una studentessa studia in biblioteca.

Organizzare lo studio: come studiare velocemente e bene

Lasciando la scuola ed entrando nella vita universitaria, la tua routine quotidiana cambierà notevolmente rispetto a prima. Numerosi corsi di laurea ti permettono di organizzare la tua giornata in modo più flessibile e di godere di più tempo libero; tuttavia, trovare del tempo per dedicarsi allo studio potrebbe non essere così facile per via di alcuni fattori come, ad esempio, il lavoro, una famiglia da gestire, lo sport ecc. Per fare in modo che il passaggio dalla scuola all’università non ti causi disagi e per riuscire a gestire tutti i tuoi impegni senza stress, segui i nostri consigli.

Organizzare lo studio: pianificare la giornata universitaria nel modo giusto

La giornata universitaria non è uguale per tutti: lezioni, riunioni del gruppo di studio, scadenze o lavori part-time devono essere conciliati e determinano i tuoi orari. Per riuscire a far tutto, segui questi consigli:

1. Avere una panoramica dei compiti da svolgere e porsi degli obbiettivi

Quando inizi l’università, cerca di preparare come prima cosa una panoramica delle lezioni, delle scadenze e degli esami: Quali lezioni devi frequentare? Quali sono gli esami che dovrai dare? Ci sono consegne da fare prima dell’esame?

Puoi usare un calendario per gestire e pianificare il tuo studio. Inserire ad esempio tutte le date importanti, come quelle degli esami, ti aiuterà a tenere traccia dei compiti da svolgere e a prepararti per tempo agli esami. Dato che solitamente l’orario delle lezioni è fisso, annota i rispettivi orari nel calendario e sfrutta i tempi di pausa tra una lezione e l’altra come momento di svago o di studio.

È anche importante considerare le attività che vorresti fare al di fuori dell’università: un lavoro part-time per finanziare i tuoi studi? Le faccende domestiche e passare del tempo con la famiglia? Oppure fare sport e uscire con gli amici? Anche la tua vita privata deve essere presa in considerazione nell’organizzazione dello studio. Non trascurare il tuo tempo libero: un po’ di relax e di tempo lontano dai libri sono importanti per rigenerare le tue energie. Inserisci anche le attività di svago nel tuo calendario e segnale con un colore diverso da quello usato per i momenti destinati allo studio.

2. Pianificare un programma di studio e darsi delle priorità

Per una giornata produttiva, può essere utile creare un programma di studio giornaliero. Escludendo i momenti destinati ad attività specifiche (ed es. le lezioni o gli appuntamenti importanti), puoi organizzare la tua giornata in modo effettivo seguendo un piano prestabilito.  A tal proposito, ricordati di:

  • Annotare i compiti da svolgere
  • Indicare quanto tempo ti servirà per ogni compito
  • Inserire del tempo extra
  • Aggiustare il programma
  • Controllare le attività svolte

Come prima cosa, crea una to-do list con i compiti da svolgere nell’arco della giornata. Calcola quindi quanto tempo impiegherai indicativamente per ognuno. Sii un po’ generoso con la durata e pianifica dei tempi extra in modo da riuscire a fare tutto con calma. Man mano che la giornata procede, puoi decidere se mantenere il programma o, in base alla tua produttività e stanchezza, aggiungere altri compiti oppure goderti semplicemente il tempo libero. Controllando il tuo programma regolarmente per accertarti a che punto sei con il lavoro, puoi capire se il piano funziona o se magari è poco realistico e va modificato.

SuggerimentoSi possono creare to-do list per qualsiasi periodo, come la settimana, il mese o addirittura l’anno successivo. Questo ti aiuterà a gestire il tuo studio non solo nell’immediato, ma anche a lungo termine.

SuggerimentoSi possono creare to-do list per qualsiasi periodo, come la settimana, il mese o addirittura l’anno successivo. Questo ti aiuterà a gestire il tuo studio non solo nell’immediato, ma anche a lungo termine.

Dopo aver compilato la to-do list, è il momento di decidere in che ordine svolgere i compiti. Per sfruttare il tempo in modo efficace, puoi usare il metodo ABC.

Con il metodo ABC, suddividi i tuoi compiti in:

  • A = molto importante
  • B = meno importante
  • C = poco importante

È meglio svolgere subito i compiti della categoria A, ad esempio le faccende domestiche urgenti. I compiti della categoria B, essendo meno urgenti, possono essere portati a termine più tardi. Nella categoria C inserirai i compiti meno urgenti, che non devono necessariamente essere svolti in giornata.

3. Adattare il programma di studio alle proprie necessità

Tenere traccia del tuo programma e dei tuoi compiti su base regolare ti aiuterà ad evitare di sentirti sopraffatto dalle mille cose da fare. Per esempio, se dopo un po’ ti rendi conto che hai bisogno di più tempo per certe attività o se in una giornata hai troppi impegni, dovresti modificare il programma adattandolo alle tue esigenze.

AttenzioneUtilizzando un calendario digitale, potrai creare il tuo programma giornaliero e organizzare o modificare le tue attività in modo più veloce e facile rispetto a un calendario cartaceo.

AttenzioneUtilizzando un calendario digitale, potrai creare il tuo programma giornaliero e organizzare o modificare le tue attività in modo più veloce e facile rispetto a un calendario cartaceo.

Metodo di studio universitario: studentessa pianifica la sua settimana.

Prepararsi agli esami: come studiare bene

Per evitare un carico di stress durante la preparazione degli esami, vale la pena mettersi a studiare per tempo. Studiare con costanza durante il periodo di lezione ti aiuta a interiorizzare a lungo termine le informazioni. Inoltre, se segui attivamente le lezioni, fai domande, discuti con i tuoi compagni di corso e approfitti delle ore di colloquio con i professori, riuscirai a memorizzare meglio le nozioni. Non dimenticare di prendere appunti: annotare le informazioni importanti quando i professori spiegano ti faciliterà lo studio durante la sessione d’esame, quando i ricordi delle lezioni non saranno più freschissimi nella mente.

Qualche settimana prima dell’esame, accertati di avere a disposizione tutti i materiali di studio necessari: libri, appunti, presentazioni, fogli distribuiti a lezione. Se ti mancano dei materiali, puoi chiedere aiuto ai tuoi compagni o rivolgerti direttamente ai docenti. Una volta che hai tutto a portata di mano, è il momento di mettersi al lavoro. Bisognerà innanzitutto organizzare i materiali e renderli più accessibili per lo studio. Per esempio, puoi creare dei riassunti, degli schemi o delle mappe mentali con i contenuti importanti.

Durante la sessione d’esame, un piano di studio può aiutarti a utilizzare al meglio il tuo tempo, per esempio stabilendo orari di studio fissi e obiettivi di studio giornalieri. Anche il ripasso di ciò che hai studiato è importante. Organizza i tuoi momenti di studio negli orari in cui sei più in forma e reattivo all’apprendimento. Questo varia da persona a persona: sei una persona mattutina, che dà il meglio di sé nelle prime ore del giorno? Oppure inizi a essere attivo e lucido solamente a mattinata inoltrata? Scegli il momento che più si adatta alla tua persona.

Il posto migliore per studiare è un luogo tranquillo e privo di distrazioni. Metti via il tuo smartphone e attiva la modalità aereo per evitare di essere disturbato dalle notifiche. Le ore di studio dovrebbero però essere intervallate da piccoli momenti di pausa. Staccare per un momento aiuta infatti la concentrazione e permette al tuo cervello di elaborare tutte le informazioni. Durante le pause puoi approfittarne per muoverti un po’ (facendo ad esempio una breve passeggiata), usare il tuo smartphone o fare uno spuntino.

CheckPrima di metterti a studiare chiedi alla tua famiglia, ai tuoi coinquilini o tuoi amici di non disturbarti. In questo modo potrai concentrarti meglio.

CheckPrima di metterti a studiare chiedi alla tua famiglia, ai tuoi coinquilini o tuoi amici di non disturbarti. In questo modo potrai concentrarti meglio.

Conclusioni

Con un buon metodo di studio universitario, prepararsi agli esami sarà decisamente più semplice. Porsi degli obiettivi settimanali, mensili o annuali ti aiuterà ad avere la situazione sotto controllo e a dare la giusta importanza ai tuoi compiti. I momenti liberi sulla tua agenda ti consentiranno flessibilità e tempo per rilassarti. In questo modo potrai utilizzare il tuo tempo in modo effettivo e studiare senza ansia.

Riferimenti bibliografici:

https://www.orizzontescuola.it/metodo-per-studiare-bene-e-velocemente-come-fare-trucchi-e-consigli/
(consultato in data 19.10.2021)

https://uniperte.info/ecco-come-organizzare-il-tuo-studio/
(consultato in data 19.10.2021)

https://universando.com/come-organizzare-un-programma-di-studio/
(consultato in data 19.10.2021)

https://www.studentville.it/studiare/come-studiare-alluniversita-metodi-e-tecniche-per-ottenere-il-massimo/
(consultato in data 19.10.2021)

Immagini tratte da:

iStock.com/StockRocket

iStock.com/StefaNikolic

iStock.com/Zinkevych