global.uvp.bar.1

Qualità e confort

Circa il 50% di materie prime più sostenibili

Ampia selezione

Moda per tutta la famiglia

Esperti nella moda

Look per tutte le occasioni

Filtro
I filtri ti aiutano, utilizza i nostri filtri e trova il tuo capo più rapidamente
Taglia EU
Colore
Prezzo
Sconto
Marca
Materiale esterno
Sostenibilità
Scollatura
Lunghezza maniche
Vestibilità
Taglio
Lunghezza
Fantasia
Collezione

Batik: il tessuto della contestazione diventa di tendenza

Ti basta guardarle per rimanere affascinata: le stampe Batik, con le loro trame ottiche e le sfumature vivaci e accattivanti sembrano quasi rapire lo sguardo, irretendolo in un turbinio di forme e colori. Ma da dove vengono questi motivi incantevoli e sempre unici, che da secoli affascinano tutto il mondo? Nella versione originale, il Batik deriva dall'Oriente, in particolare da Giava e dall'Indonesia, e si ottiene con una lavorazione artigianale piuttosto laboriosa. In una prima fase, infatti, la stoffa è decorata a mano con della cera liquida contenuta in una sorta di pipetta o stampo di rame che, dopo la tracciatura del disegno, viene lasciata solidificare. Quindi, una volta asciutto, il tessuto si immerge nella tintura ma non riesce a fare presa sulle parti precedentemente impermeabilizzate che rimangono, dunque, del loro colore iniziale. Spesso, poi, il procedimento viene ripetuto con altre tinture, in modo da ottenere splendide ed elaborate policromie. Le stesse che campeggiano sulle famose stoffe Batik tipiche degli anni Settanta, colorate dai figli dei fiori più o meno in maniera identica, in omaggio all'imperante etnicismo e per produrre effetti quasi psichedelici. Ed è proprio allo stile esagerato degli hippie che si ispirano alcuni capi della nostra ricca collezione, affiancati anche da modelli più sobri e facili da portare, dedicati a modaioli di ogni età e corporatura. Perché il Batik, oggi, non ha più limiti e, dal guardaroba degli alternativi, è passato anche in quello degli irriducibili dello stile, che lo scelgono sempre più spesso per dare vivacità e carattere alla propria immagine. E tu, cosa aspetti a inserirlo nel tuo armadio?

Batik

Batik

Batik, tie and dye, sfumato: chiamalo come vuoi ma, soprattutto, indossalo, perché quest'anno è il tessuto più colorato di sempre a distinguere chi è di tendenza oppure no. Volendo, hai la possibilità di stamparlo da sola, prendendo spunto da tecniche di produzione antiche o dai metodi casalinghi in voga nei Settanta. La soluzione più semplice, però, è affidarti a C&A, dove ti aspettano pezzi classici e rivisitati da perdere la testa.

44 Prodotti
Seleziona la vista delle immagini
  • 1
Torna su

Come indossare i capi Batik C&A

Se sei fan dello stile anni Settanta e delle inconfondibili stampe dell’epoca, è arrivato il tuo momento: da oggi, la tua energia e la tua voglia di colore hanno la possibilità di esprimersi fino in fondo, grazie a un atteso ritorno: quello del Batik! Hai presente le maglie multicolore così popolari tra i giovani di Woodstock, dipinte alla bene e meglio facendo dei nodi e mettendole a bagno in una bacinella? Ecco, se hai la fortuna di averne una nell'armadio, ti conviene tirarla fuori, perché quell'effetto cromatico così particolare è la vera moda del momento! Anzi, a dire il vero, è già da un po’ che il Batik è tornato sulla cresta dell’onda. E il merito va tutto a star e modelle che sembrano quasi sfidarsi a chi sfoggia più colori o risulta più originale, grazie a camicie iconiche con maniche a campana, abiti lunghi fino ai piedi, completi di giacche e pantaloni e maxi gonne da gitana accostate a micro top con frange. Certo, il loro abbigliamento non è proprio l’ideale la mattina in ufficio, ma c’è una soluzione, perché hai sempre la possibilità di riproporlo per una festa a bordo piscina o per uno di quei party dove si balla tutta la notte e si attende l’alba sulla spiaggia. Magari con una tenuta spezzata, da ricreare con una delle t-shirt Batik di C&A accostate a borse di perline e shorts sfrangiati opportunamente slavati e sgualciti. Ma la fantasia più di tendenza della stagione va benissimo anche per i pantaloncini, a patto di accoppiarli con un pezzo in tinta unita, come una camicia chiusa da un imponente fiocco in vita. La ciliegina sulla torta? In realtà sono due: gli immancabili stivaletti texani e gioielli etnici a go go, da scegliere tra collane di pietre dure e braccialetti della fortuna.

Se, poi, vuoi farti notare, componi un tailleur sui generis con i nostri pantaloni a palazzo Batik e la blusa cropped coordinata: scommettiamo che non passi inosservata? Ma le fantasie coloratissime di origine indonesiana, in realtà, si portano tranquillamente anche in città dove, però, è necessario seguire alcune regole. La prima è fare attenzione ai tessuti, optando ad esempio per stoffe piene di lucentezza come la viscosa e materie prime di qualità e naturali come il nostro cotone biologico. Ma a rendere subito i capi più raffinati contribuiscono anche i dettagli e le rifiniture esclusive. Hai già visto la nostra splendida canotta con bordo in pizzo che fa risaltare il décolleté? Con pezzi così, il Batik entra a pieno diritto non solo nel guardaroba metropolitano ma persino in quello da sera: che ne dici, allora, di utilizzarla come inedito sotto-giacca? In alternativa, provala con pantaloni cargo arrotolati alla caviglia e sandali a stiletto, per un abbigliamento alternativo e nello stesso tempo ricercato. Il secondo consiglio invece attiene ai colori, per i quali sono da privilegiare le tonalità pastello. Non a caso, nella collezione C&A trovi tante bluse e magliette Batik in sfumature delicate come il rosa e l’azzurro cielo. Se ti stai chiedendo qual è il modo migliore di indossarle per una semplice passeggiata in centro, ti consigliamo di creare degli accostamenti tono su tono che fanno subito primavera. Comunque, anche le gonne alla caviglia in freschissima viscosa con raffinata geometria Batik bianca e blu garantiscono la giusta eleganza, soprattutto se portate con ciabattine rasoterra e un top candido e minimale che smorza la fantasia di stampo etno chic. Ma, allora, i capi in colori shock o arcobaleno non sono ammessi? In realtà sì, a patto di scegliere un singolo pezzo Batik e mantenere il resto del look più semplice possibile, ad esempio, abbinando una t-shirt esplosiva a eleganti pantaloni di pelle nera e a una borsetta neutra. Per determinati indumenti in stile urbano e da tempo libero, poi, tutto è permesso, o quasi. Dunque, non indugiare e regalati una delle nostre tutine corte, che rappresentano il perfetto antidoto alla calura estiva. Se hai in programma una visita a una città d’arte o un’altrettanto impegnativa maratona per vetrine, mettila con un paio di sneaker di tela basse o con dei sandali rasoterra comodi e il solleone ti farà un baffo. Se, poi, nella tua famiglia amate vestire coordinati, non dimenticare di dare un’occhiata anche ai deliziosi vestitini da bambina e alle magliette a maniche corte per lui, disponibili sia in sfumature accese che in tinte pacate, per un look casual più raffinato. E se desideri osare il Batik anche nelle grandi occasioni? Perfetto! In fondo, per ottenere un’eleganza più fine e sussurrata, basta declinare la fantasia in sfumature acquerello invece che in tonalità troppo forti e sgargianti e privilegiare lo sfumato. Un po’ come capita nel nostro abito svasato a portafoglio con fusciacca, che mette in risalto i vitini da vespa: sceglilo se non ami i vestiti da cerimonia troppo formali e se non rinunci mai a esprimere la tua irresistibile vitalità!