shop.global.1
Un bambino in bici preme il tasto di chiamata di un semaforo

Il tragitto casa-scuola – consigli per la sicurezza dei bambini

Con l'inizio della scuola comincia una nuova fase nella vita di tuo figlio. Il tuo bambino diventa man mano più indipendente e inizia a scoprire il mondo intorno a sé. A te toccherà incoraggiarlo in questo processo e allo stesso tempo non sottovalutare l’importanza di prepararlo ad affrontare nel modo giusto il tragitto che dovrà compiere per andare e tornare da scuola. Auto, strade, vicoli cechi e spesso la mancanza di zone pedonali o marciapiedi possono infatti trasformare un percorso divertente in una fonte di rischi. Per questo, prima che inizi la scuola, parla con il tuo bambino e informalo sulle misure di sicurezza che deve rispettare.

Due ragazzi attraversano la strada sulle strisce pedonali

I bambini protagonisti della strada

Nei bambini la percezione audiovisiva di quello che hanno intorno non è ancora completamente sviluppata. Il fatto di avere una prospettiva diversa da quella degli adulti li rende perciò particolarmente vulnerabili quando sono in strada. Un'interpretazione sbagliata della situazione in cui si trovano o un gesto fatto con leggerezza possono avere delle gravi conseguenze. Nei prossimi articoli ti aiutiamo a capire in che modo i bambini vedono la strada e il traffico e quali sono i pericoli principali che potrebbero trovarsi ad affrontare.

Una mamma accompagna due bambini a scuola

Il tragitto casa-scuola: sicurezza per i bambini

Per i bambini delle scuole elementari il primo giorno di scuola è un evento importante. Si trovano in un nuovo ambiente, ricco di emozioni, e che richiede da parte loro un grande impegno in termini di attenzione. Fai in modo che anche il tragitto da casa a scuola venga vissuto in maniera spensierata e non come una fonte di rischio. Qui ti diamo alcune indicazioni di sicurezza che i bambini devono rispettare quando raggiungono la scuola a piedi, in bus o con la bicicletta.

Un bambino con una giacca catarifrangente attraversa la strada di sera

Visibilità significa sicurezza: così i tuoi bambini arrivano sicuri a scuola

In caso di cattivo tempo o di nebbia i bambini rischiano di non essere visibili a sufficienza in mezzo al traffico quotidiano delle nostre strade. Ogni anno si verificano infatti incidenti stradali dovuti alla cattiva visibilità. In questi casi l’abbigliamento giusto può fare la differenza, rendendo il tuo bambino maggiormente visibile. Ti sveliamo qualche piccola accortezza da tener presente per migliorare la visibilità di tuo figlio nel caos del traffico stradale.

Muoversi sicuri nel traffico

A piedi, in bici o con l’autobus: a prescindere dal mezzo di trasporto che hai scelto per il tragitto casa-scuola, non dimenticare che anche i viaggi più brevi devono essere pianificati e valutati con attenzione. Non sottovalutare né penalizzare il senso di indipendenza di tuo figlio, e cerca di trovare il giusto equilibrio tra questa sua nuova esigenza e il rispetto di una serie di norme di sicurezza.

Quando si parla di sicurezza stradale per i bambini, ci sono svariati aspetti da prendere in considerazione. I bambini sperimentano la strada in modo completamente diverso rispetto agli adulti e si trovano quindi ad affrontare pericoli da non sottovalutare. Incroci e attraversamenti pedonali sono solo alcune delle potenziali minacce per i più piccoli. Gli automobilisti faticano spesso a vedere i bambini e, a volte, non riescono a frenare in tempo. Anche il gran numero di mezzi di trasporto può rendere il tragitto poco sicuro per il tuo bambino.

Questo vademecum cerca di mettere in luce gli aspetti principali legati alla sicurezza dei bambini lungo il tragitto casa-scuola, e fornisce alcuni consigli per affrontare in modo sereno questo percorso, che può trasformarsi in un momento di crescita e sviluppo.

Prepararsi nel modo giusto

Uno dei prerequisiti fondamentali per iniziare bene una giornata di scuola è aver dormito a sufficienza. I bambini che riposano bene hanno maggiore attenzione durante la giornata. I nutrizionisti sono inoltre d’accordo nel dire che i bambini che consumano una colazione sana ed equilibrata hanno un rendimento scolastico migliore. Questo significa ovviamente che la sveglia deve suonare per tempo, in modo da poter fare colazione con calma. Anche per la merenda di metà mattinata è sempre bene dare ai bambini cibi salutari, che stimolino le sue capacità di concentrazione. Per un'alimentazione equilibrata a casa e a scuola ti basta seguire questi semplici consigli:

  • Bere molta acqua. Anche tè e succhi, nella giusta misura, vanno bene.
  • Mangiare molta frutta e verdura, a merenda o come contorno durante i pasti, per garantire il giusto apporto di vitamine e minerali.
  • Pesce una volta a settimana, per lo iodio e gli omega 3.
  • Il pane integrale è più sano rispetto agli altri tipi di pane e non dovrebbe mai mancare a tavola.
  • I latticini sono importanti per il calcio e rafforzano le ossa.
  • Evitare troppi grassi animali. Limita il consumo di carne a due o tre volte a settimana.
  • I dolcetti dovrebbero essere permessi soli in piccole dosi.

Oltre all'alimentazione pensa anche a far fare a tuo figlio del buon movimento. Il percorso casa-scuola da solo non basta. Pensa a qualche attività sportiva per il tempo libero. Il vecchio detto „mens sana in corpore sano" va sempre tenuto a mente in questa fase della vita, in cui, con l’inizio della scuola, si corre il rischio di un’eccessiva sedentarietà. L’attività fisica è fondamentale per lo sviluppo dei muscoli e delle ossa, e influisce positivamente sul sistema cardiovascolare e sul metabolismo. Aumenta inoltre la coordinazione e il controllo dei movimenti, previene il sovrappeso e i disturbi alimentari. Fare sport è fondamentale anche per accrescere la fiducia in se stessi, sviluppare i rapporti sociali e imparare a sopportare e gestire lo stress. A sua volta una migliore condizione fisica si riflette anche sulla concentrazione e sulle capacità di apprendimento.

Qui trovi un PDF con le principali informazioni sulla sicurezza stradale dei bambini.

Fonti:

http://www.comune.sanbiagio.tv.it/files/pubblicazioni/

http://www.ilgiornaledelcibo.it/

http://www.salute.gov.it/portale/