La primavera ti dona

un’esclusiva intervista a You Nguyen

Scopriamo le novità della campagna primaverile con un’esclusiva intervista a You Nguyen, direttore creativo della collezione donna di C&A. Abbiamo scambiato due chiacchiere con lui sulla nuova collezione, sui prossimi trend, sulle sue fonti di ispirazione e sulle città europee che preferisce. Dai un’occhiata!

Da dove ha tratto ispirazione per questa collezione?

La primavera ti dona

Il concept della collezione primaverile unisce i trend globali agli stili locali. Ispirata alle culture di tutto il mondo, la collezione primavera/estate di C&A esalta le tradizioni e il lavoro artigianale. Siamo rimasti affascinati dal modo in cui le tendenze vengono modellate in base alle sensibilità e alle reinterpretazioni locali e questa collezione è un chiaro esempio di come queste diverse entità possano convivere in armonia. Questa collezione è anche un omaggio ai prodotti realizzati a mano e all’artigianato, in un mondo ormai dominato dalla produzione di massa. Le stampe scelte ripercorrono il nostro viaggio attorno al mondo, dall’Africa all’India, fino alle terre dell’Estremo Oriente. I motivi si ispirano ai pavimenti in cotto, alla xilografia, al batik tradizionale, all’arte dello stencil e ai delicati motivi floreali dipinti sulle porcellane di tutto il mondo. 

Come descriverebbe questa collezione?

Come descriverebbe questa collezione?

In poche parole, la definirei casual e caratterizzata da forme femminili. Tessuti, trame, colori e stampe offrono infinite possibilità di creare un look diverso ogni giorno.

Che cos’è per lei lo stile?

La primavera ti dona

Coco Chanel una volta ha detto una frase verissima: “Le mode passano, ma lo stile resta”. Lo stile è la capacità di una persona di adattarsi ai cambiamenti della moda, rendendoli unici e personali. Si tratta di fare propri dei canoni scegliendo (o non scegliendo) dei trend da applicare al proprio stile di vita e al proprio corpo, divertendosi così a giocare con gli abbinamenti e osando fino a mettere alla prova i propri limiti e la propria creatività. Se hai stile, le persone riconoscono te e non i tuoi vestiti. 

Secondo lei, che cosa rende speciale la moda primaverile del 2017?

L’arrivo della primavera è sempre un momento entusiasmante perché è sinonimo di rinnovo. Un nuovo ciclo di vita genera anche nuove speranze e nuovi sogni. Con l’arrivo della bella stagione trascorriamo tutti più tempo all’aperto, sia chi vive città che chi vive in campagna.

Qual è il capo imperdibile della collezione primaverile?

In questa stagione, avere un abito femminile e seducente che modelli le forme del corpo è essenziale. Anche le stampe sono molto importanti. La nostra collezione propone un’ampia gamma di stampe e motivi, da quelli floreali, alle decorazioni etniche ispirate alle culture di tutto il mondo fino a disegni esotici e tropicali. Chi vuole osare, può abbinare fantasie diverse. Altrimenti, si possono unire stampe di tendenza con capi tinta unita. C’è un look per tutti i gusti!

Frühjahrskollektion C&A
Frühjahrskollektion C&A

Secondo lei quali saranno le tendenze per questa primavera?

Non vedo l’ora di vedere l’infinità di stampe e di colori freschi. Adoro il gioco di trame che va tanto quest’anno. Credo che la moda stia avendo un ritorno a design più sobri. I capi che mettono in luce la produzione artigianale e la cura per i prodotti realizzati a mano sono di grande ispirazione per me. Dopo l’era del “fast fashion” ora si inizia a preferire lo “slow fashion”. 

Se dovesse scegliere tra le quattro capitali della moda europea, Berlino, Amsterdam, Parigi e Barcellona, quale preferirebbe e perché?

Tutte queste città hanno avuto un’evoluzione che le ha trasformate in melting pot di culture e stili. Ognuna, però, ha un’anima unica ed è quasi impossibile per me sceglierne una. Spesso, la percezione dello stile e dell’essenza di una città è frutto di un’esperienza personale. Per me, Berlino è sinonimo di streetwear sperimentale; Amsterdam è l’espressione di uno stile rilassato e spensierato; Parigi è caratterizzata dal classicismo rigoroso unito a “quel certo non so che” francese che non stanca mai, mentre Barcellona è una città dal clima mediterraneo, una località di mare che fa di colori, stampe e femminilità il suo tratto distintivo.

Qual è il capo migliore da indossare durante un viaggio primaverile a Berlino?

È importante trovare l’equilibrio perfetto tra femminilità e praticità. Per esempio, un paio di shorts in denim abbinati a un top stampato e a una giacca in misto lino verde militare sarebbe l’outfit perfetto.

Please agree to our Terms & Conditions.